Volley B1 femminile girone A: altra maratona vincente per l’Abo Offanengo, Acqui Terme espugnata al tie break

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Ufficio Stampa Abo

Di Redazione

Secondo tie break e seconda vittoria per l’Abo Offanengo, che dopo l’esordio vincente in casa contro Parella Torino concede il bis in trasferta ad Acqui Terme piegando 3-2 l’Arredo Frigo Makhymo.
Come domenica scorsa, la squadra di Giorgio Nibbio è andata sotto 2-1 prima di salire in cattedra nel quarto e nel quinto set, ribaltando la situazione.
Il match era iniziato bene per la squadra di Giorgio Nibbio, devastante nella seconda parte di primo set (dal 12-12 al 16-25) con un ottimo asse muro-difesa-contrattacco. Nel secondo parziale, invece, l’Abo era stata messa alle corde dal muro di casa (5 block per il 16-6), prima di innescare una spettacolare rimonta. Nella parte finale della frazione, tre le occasioni cremasche per annullare il gap, ma l’attacco out di Dalla Rosa ha stabilito il 25-23 del pareggio.
Il terzo set è stata una battaglia, dove Acqui ha perso per infortunio capitan Gatti ma ha duellato senza esclusione di colpi fino al 23-23, trovando il guizzo decisivo a muro e in contrattacco. Con grande pazienza e lucidità, Offanengo ha tenuto alto il livello nel quarto set, trovando il break a metà parziale (11-15 con Porzio) e dilagando nel finale (18-25).
Nel tie break, subito un’ottima partenza (1-5), poi tanta caparbietà (cambio di campo sul 4-8) chiudendo 10-15. Tra i fattori positivi, una ricezione migliore di quella avversaria, un attacco andando sempre più in crescendo dal terzo set in avanti dopo l’ottimo rendimento del primo e una battuta che alla lunga ha pagato. A livello individuale, il reparto laterale è andato in doppia cifra con le schiacciatrici Noemi Porzio (25 punti) e Francesca Dalla Rosa (16) e con l’opposta Alisa Hodzic (20).
Domenica l’Abo tornerà al PalaCoim di Offanengo per il primo dei due appuntamenti casalinghi consecutivi sfidando la Don Colleoni Trescore (inizio alle 18).
LE DICHIARAZIONI DI COACH GIORGIO NIBBIO: “Ci manca ancora la continuità – commenta a fine partita il tecnico dell’Abo Giorgio Nibbio – ma ancora una volta la squadra ha saputo reagire, mostrando carattere e lucidità. Sono molto soddisfatto, perché vincere ad Acqui non è facile. Battuta e attacco hanno fatto la differenza nel corso del match, abbiamo tenuto meglio in ricezione, mentre dobbiamo lavorare sulla continuità: alterniamo set stratosferici ad altri dove andiamo in difficoltà”.
Risultati seconda giornata B1 femminile girone A:
Pneumax Lurano-Eurospin Ford Sara Pinerolo 2-3
Arredo Frigo Makhymo Acqui-Abo Offanengo 2-3
Cosmel Gorla-Lilliput Settimo Torinese 1-3
Brembo-Don Colleoni 0-3
Capo d’Orso Palau-Volley 2001 Garlasco 3-0
Parella Torino-Alfieri Cagliari 3-1
Florens Re Marcello Vigevano-Tecnoteam Albese 3-0
Classifica: Florens Re Marcello Vigevano, Lilliput Settimo Torinese 6, Eurospin Ford Sara Pinerolo, Don Colleoni Trescore 5, Abo Offanengo, Parella Torino 4, Volley 2001 Garlasco, Capo d’Orso Palau, Tecnoteam Albese 3, Arredo Frigo Makhymo Acqui 2, Pneumax Lurano 1, Cosmel Gorla, Alfieri Cagliari, Brembo Volley Team 0.
ARREDO FRIGO MAKHYMO-ABO OFFANENGO 2-3
(16-25, 25-23, 25-23, 18-25, 10-15)
ARREDO FRIGO MAKHYMO:Mirabelli A. 11, Rivetti 5, Martini 16, Pricop 5, Mirabelli F. 18, Cattozzo 2, Ferrara (L), Prato, Gatti 4. N.e.: Marenco L., Sassi, Cazzola, Sergiampietri. All.: Marenco I.
ABO OFFANENGO: Milani 1, Porzio  25, Donarelli 9, Hodzic 20, Dalla Rosa 16, Borghi 9, Portalupi (L), Rancati 1, Angelini, Ginelli. N.e.: Fugazzola, Riccardi. All.: Nibbio
ARBITRI: Andrea Alice e Cosimo Birtolo
L’Abo (senza Rettani, infortunata) scende in campo con Milani in regia, Hodzic opposta, Porzio e Dalla Rosa in banda, Donarelli e Borghi al centro e Portalupi libero. Acqui risponde con Cattozzo in palleggio, Martini opposta, Annalisa Mirabelli e Pricop in banda, Rivetti e Francesca Mirabelli centrali e Ferrara libero.
L’avvio è equilibrato, con le due squadre a braccetto nel punteggio (4-4). Le piemontesi si dimostrano solide a muro, mentre l’Abo mostra buoni spunti in attacco. Capitan Porzio prova a scavare il solco con una deliziosa palla da posto due, con Serena Milani che compie una spettacolare difesa e dà il suo contributo per il break (10-12). Le piemontesi, però, rispondono immediatamente, riprendendo il braccio di ferro (12-12). Offanengo ci riprova, con la parallela di Porzio e l’ace di Francesca Dalla Rosa (14-17 e time out locale), ma la doppia fischiata alla regista di casa regala il + 4 all’Abo (15-19 e altro time out Acqui).  La squadra di Nibbio appare in cattedra, con Donarelli che firma attacco e muro per il 15-22, poi Porzio completa l’opera: 16-25 dopo una seconda metà di set con un ottimo gioco corale sull’asse muro-difesa-contrattacco.
Dopo il cambio di campo, l’Arredo Frigo Makhymo reagisce e scappa avanti nel punteggio (6-3 e 8-5 con l’opposta Alice Martini), poi un fallo di formazione cremasco regala il 9-5 ad Acqui (time out Nibbio). Dopo la sosta, le piemontesi mettono la freccia con un tris ravvicinato a muro (13-5); Nibbio tenta la carta del doppio cambio (Rancati e Angelini per Milani e Hodzic), ma le padrone di casa non tentennano, proseguendo impietose a muro (16-6). Una volta chiusa l’operazione tattica, Milani si rimette subito in mostra in battuta (ace del 16-10). Con tenacia e coraggio, l’Abo tenta l’operazione-rimonta, ma alcune imprecisioni rendono difficile l’annullamento del gap (19-14). Offanengo, comunque, non si dà per vinta e con l’ace di Hodzic e l’attacco out di Martini si rifà sotto minacciosamente (19-17 e time out Marenco), salvo poi arrivare ad avere la palla del 19-19 e del 20-20. Stesso discorso sul 23-22, con il set in bilico fino all’attacco out finale di Dalla Rosa (23-25).
In avvio di terzo set, le cremasche ripartono bene (3-5), anche se Acqui risponde presente (6-6). Sull’8-9, dopo un attacco vincente grave infortunio per il capitano di casa Benedetta Gatti (8-9), costretta a uscire dal campo. Il set resta in estremo equilibrio, con il break dell’Abo sul turno in battuta della neoentrata Rancati (18-20), ma Martini annulla il vantaggio (21-21), lanciando così la volata. Sul 23-23, le piemontesi trovano il guizzo decisivo con un muro e un contrattacco e si portano così sul 2-1.
Dopo la doppia beffa subita, la squadra di Nibbio riesce a mantenere la lucidità per ingaggiare gli scambi lunghi e trovare alla lunga i giusti varchi per mettere la palla a terra. Acqui sbaglia un paio di palloni e così Offanengo avanza (6-9 e time out). Il punteggio torna subito in equilibrio (8-9), ma Hodzic suona la carica (8-11).  Capitan Porzio regala il +4 alle cremasche (11-15 e time out locale), mentre l’ace di Martini tiene viva Acqui (15-17), anche se ancora Porzio, questa volta in battuta, ristabilisce il +4 (15-19). Nel finale, decisiva Hodzic: muro ed ace per il 17-22, preludio al 18-25 che conduce al tie break.
Nel set corto, l’Abo scappa subito 1-5 sul turno in battuta di Porzio (nonostante il time out di Acqui) e cambia campo con lo stesso “tesoretto” (4-8). L’attacco out della stessa Noemi riavvicina le piemontesi (7-9, time out Nibbio), ma Offanengo non ci sta: 7-12. Un muro e un ace tengono in vita le locali (10-12 e time out Nibbio), ma l’Abo chiude 10-15 con Donarelli e Hodzic.

(Fonte: comunicato stampa)

PSG_2019_PREE_LEAD