Time goes by: è l’ora della prima per la Superlega 2017/2018

LEAD_BASE_ALD
VolleyNEWS

Di Roberto Zucca

Il battesimo di fuoco è arrivato. Dopo la prima uscita ufficiale dello scorso weekend con l’avvento-evento della Del Monte Supercoppa, il campionato italiano è pronto a riaprire i battenti. Appuntamento per tutti domenica 15 ottobre alle ore 18 per dare il via alla prime otto gare di cartello:

Sir Safety Perugia-Kioene Padova
Impossibile non partire dalla rediviva Perugia, galvanizzata da un successo forse inaspettato nella finale di Supercoppa vinta domenica sera contro Civitanova, che rimescola le carte e ridefinisce le campagne espansionistiche della Lube verso i titoli messi in palio dalla Lega durante la stagione. La squadra di Sirci esordirà sul taraflex amico in un incontro che fino alla scorsa settimana non appariva particolarmente problematico per Zaytsev e soci. Ma è bastato vedere l’esito della gara di Coppa Italia tra Piacenza e Padova con il successo per 3-1 di quest’ultimi per rimescolare le carte in tavola. L’osservato speciale sarà Nelli, in grande forma pre-campionato che ha già creato un’ottima intesa con il secondo Peslac, in attesa di rivedere in campo Dragan Travica ancora bloccato in infermeria. Vietato abbassare la guardia per la Sir, che dovrà ricorrere ai soliti Atanasijevic e Zaytsev per non inciampare proprio alla prima. L’uomo da abbattere sarà Fabio Balaso, che ormai sembra riuscire ad arrivare ovunque ci sia qualcosa che rischia di cadere in campo.

Tonno Callipo Vibo Valentia-Cucine Lube Civitanova
Trasferta ostica sul difficile campo calabrese per la nuova Lube di coach Medei. I campioni d’Italia, che appaiono ripresi dopo il k.o. della Supercoppa ad opera di Perugia, si presentano con il sestetto al completo e con i bomber Sokolov e Juantorena pronti a riscattare la prestazione non eccellente della scorsa domenica. Vibo risponde presente e con il dente avvelenato dall’eliminazione della Coppa Italia. A dare problemi alla difesa marchigiana potrebbero bastare le fucilate di Oleg Antonov in banda e Benjamin sulla diagonale, in attesa di vedere performance migliori dei centrali Costa-Verhees che non sono apparsi particolarmente incisivi nelle ultime gare.

Diatec Trentino-Revivre Milano
Impegno sulla carta non semplice anche per Trento, forse la più grande delusa dall’inizio ufficiale di stagione, condannata ad un amaro quarto posto nella rassegna marchigiana. Lorenzetti e i suoi si troveranno a dover affrontare in casa la giovine Revivre Milano, presentata lunedì con grandi aspettative da Andrea Giani. Trento sembra comunque la favorita, e potrebbe risultare decisiva in banda con Uros Kovacevic e Filippo Lanza, desiderosi di affilare le armi contro una compagine ambiziosa. Milano punta all in sulla coppia Piano-Averyll che seppur sconfitti in Coppa contro Verona, hanno fatto vedere di saperci fare in tema di blocchi di granito avversario. Curiosità per la prima di campionato di Luca Vettori che potrebbe, contro il suo amico di scorribande Piano, trovare l’occasione per emergere come promesso già in settimana a coach Lorenzetti.

Azimut Modena-BCC Castellana Grotte
Fresca di bronzo di Supercoppa a discapito di Trento, Modena inizia in maniera blanda contro la neopromossa Castellana Grotte, all’esordio in Superlega. Per Ngapeth e soci l’impegno può costituire un allenamento per provare la nuova diagonale su cui la presidentessa Pedrini punta tutto ovvero Sabbi-Bruninho. Castellana giocherà forse per rodare un anno difficile e tenterà di porre in sua difesa il brasiliano Costa, abituato ai grandi numeri dello scorso anno con la maglia dell’Olympiakos. Ma il tentativo potrebbe non bastare. Modena è assetata e vuole mettere il turbo sin da questa domenica.

Taywan Experience Latina-Calzedonia Verona
Sicuramente la gara del palinsesto più incerta e interessante. Latina arriva da un brutto k.o. esterno  rimediato in Coppa Italia contro Monza. Sottile suona la carica per i suoi e Savani prende già le misure per tarare meglio il colpo assieme al giapponese Ishikawa e a Starovic, acciaccato e in dubbio. I veronesi appaiono decisamente in gran forma e Grbic vuole confermare il sestetto che ha sconfitto Milano questo mercoledì, chiedendo soprattutto al nuovo pupillo Spirito di confermare il buon gioco espresso soprattutto con Stephen Maar che vuole ripetere i 18 punti dell’ultima gara. Vedremo se Di Pinto saprà sfruttare il fattore campo.

Bunge Ravenna-LPR Piacenza
Gara molto equilibrata tra due delle tre potenze romagnole in campo domenica. L’entusiasmo che si respira a Ravenna è molto alto, come forse non lo è mai stato. Piace l’ambiente creato da Bonitta con i giovani Poglajen e Georgiev che danno il 100% sotto le egide mani di Santiago Orduna. Piacenza appare invece un po’ scarica dopo l’eliminazione a sorpresa dalla Coppa Italia e vuole trovare subito un’occasione di rilancio. La regia non è affidata solo a Baranowicz ma anche ad Alessandro Fei, che deve subito ritrovare continuità e certezze della passata stagione per poter già domenica portare almeno un punto nelle tasche di Piacenza.

Vero Volley Monza-Biosì Index Sora
Fermento è forse la parola giusta per descrivere la settimana pre-campionato di Monza. Un bel risultato di Coppa unito ad un rodaggio che sembra aver generato l’entusiasmo del suo nuovo regista Shoji, che si è guadagnato l’MVP nella gara con Latina e che nonostante l’arrivo last minute ha orchestrato già in allenamento una banda dalle “tre BBotto-Beretta-Buti che quest’anno potrebbero rappresentare i veri soldati della prima linea di una squadra molto ambiziosa. Da Sora ci sono solo timidi segnali in questo inizio stagione e un mercato un po’ incolore con il solo arrivo di Caneschi dal Club Italia che si candida ad essere l’unica bella sorpresa di queste prime gare della squadra laziale.

Non resta altro che attendere domenica sera per i primi verdetti e per vivere insieme i post-partita di questa fantastica stagione della massima serie italiana.

ISPEDIA_LEADERBOARD