Mosca Bruno Bolzano: Nulla da fare per la formazione di Burattini. Gioia del Colle più continua

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto ufficio stampa Real Gioia del Colle

Di Redazione

Su uno dei campi più difficili del girone, Gioia del Colle, la squadra di Andrea Burattini prosegue il suo “apprendistato” in questa categoria nuova di zecca. Per buona parte dell’incontro gli altoatesini riescono a tenere il passo dei padroni di casa, ma senza mai riuscire ad avere quella necessaria continuità per riuscire a portar via punti al cospetto dell’ambizioso sestetto pugliese, arrendendosi alla fine 3-1. Qualche alto e basso e qualche errore di troppo, 33 punti diretti consegnati agli avversari in quattro parziali fra errori in battuta e di gioco, hanno condannato i bolzanini.
Un Mosca Bruno Bolzano sceso in campo senza Bressan, tenuto precauzionalmente a riposo a causa di un problema muscolare: niente di grave, l’obiettivo è riaverlo in campo già domenica prossima quando al PalaResia di Bolzano arriverà Brescia. Al suo posto in campo in diagonale a Paoli c’è così Bleggi, giocatore che ha fatto tutta la scalata delle categorie con la maglia bolzanina, dalla B2 alla A2. Nel complesso qualche errore in più, una battuta-ricezione meno efficace di quella dei padroni di casa ed ecco che alla fine i tre punti pieni se li porta a casa Gioia del Colle. In casa bolzanina best scorer è stato Boswinkel, autore di 20 punti con il 45% in attacco ed un muro. 
LA CRONACA DELLA GARA
In avvio coach Andrea Burattini opta per un sestetto quindi con Quartarone in regia, Boswinkel opposto, Galabinov e Zappoli schiacciatori, Bleggi e Paoli centrali con Thei libero. Si inizia subito nel solco dell’equilibrio (8-8), quando però Del Vecchio in battuta spinge ecco che i padroni di casa vanno avanti 11-8. I biancoblù non mollano e quando Zappoli si inventa un pallonetto ecco che si torna in parità (16-16), i bolzanini ormai sembrano specializzati in rimonte perché anche nella seconda metà del set riescono a ricucire. Passando dal 19-16 al 21-22 con il punto di Alessandro Paoli, nel finale a chiudere il parziale per il Mosca Bruno Bolzano è Boswinkel.
Nel secondo parziale si lotta ancora palla su palla, ma è ancora una volta la battuta a fare la differenza: quando la spinge al massimo Gioia riesce ad allungare (17-12). Cosa che non riesce invece a Bolzano, che dalla linea dei nove metri fatica (20-14), così ai pugliesi nel finale non resta che controllare senza troppi patemi.
Una differenza, quella del rendimento di battuta e ricezione, che è emersa anche alla lunga, quando nel terzo set dopo le prime schermaglie (13-10) i padroni di casa allungano e scappano via (22-14). Andando, di fatto, a chiudere il set. E mettendo una buona parte della firma in calce ai tre punti, perché in avvio di quarto parziale la situazione per il Mosca Bruno Bolzano si fa complicata partendo subito sotto (12-5). Burattini prova ad affidarsi ai cambi ma Gioia del Colle difende con ordine il vantaggio (18-8), andando a chiudere.
IL COMMENTO DI COACH ANDREA BURATTINI
Eravamo coscienti delle difficoltà di una partita come questa contro un avversario come Gioia – esordisce a fine gara il tecnico Andrea Burattini – ancora ci è mancata un po’ di continuità all’interno della partita. Non riusciamo, così come accaduto anche contro il Tuscania, a tenere alto il livello di gioco per tutta la durata dell’incontro, è una cosa normale visto che siamo appena arrivati in questa categoria ma chiaro dobbiamo trovare al più presto la giusta continuità. Siamo partiti bene, l’abbiamo interpretata nel modo giusto e l’abbiamo preparata bene, compiendo anche le giuste scelte a muro. Poi dopo loro sono riusciti ad essere più bravi, mentre quando siamo andati in difficoltà non siamo più riusciti a tornare al livello di prestazioni di inizio gara. Siamo un po’ saltati in ricezione e questo si è fatto sentire, in battuta-ricezione abbiamo faticato. Meglio è andata a muro dove abbiamo fatto 6 block diretti e toccato tanti palloni. Sicuramente non ci fasciamo la testa, siamo consci della qualità di avversari come Tuscania e Gioia del Colle, dobbiamo solamente continuare a lavorare con calma e bene. Una volta rientrati a casa inizieremo fin da subito a preparare il match di domenica prossima contro Brescia in casa, una partita che si annuncia non facile ma in questo girone Blu di avversari facili non ce ne sono. Il livello del nostro girone, ne ho parlato proprio con Mastrangelo, tecnico di Gioia, prima della gara, è davvero molto alto”.
GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE – MOSCA BRUNO BOLZANO 3-1 (23-25, 25-19, 25-17, 25-18)
GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE: Marchiani 1, Cetrullo 19, Del Vecchio 6, Grassano 12, Scopelliti 5, Erati 13, Casulli (L); Luis Fernando, De Santis (L), Link 1. Ne: Bernardi, Luppi, Anselmo. Allenatore: Vincenzo Mastrangelo.
MOSCA BRUNO BOLZANO: Quartarone 1, Boswinkel 20, Galabinov 9, Zappoli 7, Bleggi 5, Paoli 7, Thei (L); Spagnuolo, Ingrosso 2, Baldazzi, Candeago. Ne: Bressan. Allenatore: Andrea Burattini.
ARBITRI: Colucci di Matera e De Simeis di Lecce.
DURATA SET: 26′, 24′, 24′, 24′.
NOTE- Gioia del Colle: 3 ace, 7 muri, 15 errori in battuta, 6 errori in attacco, 45% in attacco, 74% di ricezione positiva con il 61% di perfette.
Mosca Bruno Bolzano: 1 ace, 6 muri, 17 errori in battuta, 16 errori in attacco, 37% in attacco, 52% di ricezione positiva con il 35% di perfette.
IL PROGRAMMA DELLA TERZA GIORNATA
Domenica 8 ottobre ore 18:
Mosca Bruno Bolzano – Centrale del Latte McDonald’s Brescia
Monini Spoleto – Gioia del Colle
Caloni Agnelli Bergamo – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania
Vbc Mondovì – Geosat Lagonegro
Pool Libertas Cantù – Club Italia Crai Roma
Pag Taviano – Sieco Service Ortona
(Fonte: comunicato stampa)
LEADERBOARD_GPCAR_2008