Liu Jo Modena: 3-1 per Casalmaggiore nell’allenamento congiunto al PalaPanini

LEAD_BASE_ALD

Di Redazione

Secondo allenamento congiunto con Casalmaggiore e primo test stagionale disputato su set di gioco veri e propri per la Liu•Jo Nordmeccanica Modena. Le bianconere hanno affrontato questo pomeriggio la Pomì chiudendo con il punteggio di 3-1 proprio per le ospiti, sicuramente più complete almeno per quanto riguarda le giocatrici a disposizione. Coach Gaspari infatti, deve ancora rinunciare alle tre nazionali che hanno concluso la loro avventura all’Europeo, Barun ed Heyrman arriveranno lunedì, mentre nei giorni successivi rientrerà anche Bosetti. Out oggi anche Calloni, preservata in quanto non al 100%, quindi a disposizione la sola Garzaro come centrale, chiamata agli straordinari.

Nel primo parziale di gioco un’ottima Tomic trova soluzioni vincenti con estrema costanza, Modena ribatte colpo su colpo all’avversario e solo nel finale cala concedendo l’allungo decisivo. Decisamente più complicato, invece, il secondo parziale dove le bianconere faticano già dalla ricezione ad impostare il proprio gioco e la Pomì fugge via mantenendo il vantaggio fino alla conclusione. Coach Gaspari ruota tutte le proprie attaccanti, trova buone risposte dalla giovane Pistolesi che regge il confronto con le avversarie sia in fase difensiva che offensiva e con un suo turno di servizio aiuta a ricucire lo svantaggio che matura nell’avvio di terzo parziale. Modena sorpassa nel finale e chiude a proprio favore con l’attacco di Tomic. Le ospiti rispondono poi nel quarto set quando la stanchezza aumenta nelle gambe delle bianconere ed il test si chiude con il punteggio di 3-1.

Non pienamente soddisfatto di quanto visto in campo coach Gaspari: “Di sicuro non siamo al completo, ma lo sapevamo. Il problema di Calloni ovviamente non era previsto, ma non è preoccupante, l’abbiamo tenuta a riposo per evitare inutili rischi e problematiche a due settimane dall’inizio del campionato. Non è stato un buonissimo test, abbiamo fatto fatica importante in attacco, è vero che siamo in una situazione deficitaria, ma dobbiamo imparare ad uscirne come squadra da questi momenti di difficoltà. Da una parte sono contento perché nel terzo set abbiamo avuto una bella reazione, ma non dobbiamo farlo diventare un episodio sporadico. Stiamo provando situazioni nuove, abbiamo giocato con un solo centrale e ad esempio ci manca lo sviluppo di gioco con la fast di Heyrman o della stessa Calloni. In questo momento la nostra più grande difficoltà è mettere la palla a terra, dobbiamo essere bravi ad avere pazienza e fare qualcosa di più. Questi test servono a questo, a capire dove lavorare a livello di tecnica e tattica, ma fanno capire anche la risposta della squadra su situazioni di gioco vero. Ti danno tanti spunti, lunedì ritorneranno Barun ed Heyrman e potremo sviluppare il nostro gioco di squadra. Prendiamo quest’amichevole come un test importante, non svolto come doveva, ma ha dato spunti importanti”.

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC