Trofeo Città di Padova: La Kioene cede al tie break al Gi Group Team Monza

LEAD_INN_SUZUKI

Di Redazione

Si conclude 2-3 a favore della Gi Group Monza la prima sfida del Trofeo Città di Padova. Organizzato dal Comitato Territoriale Fipav di Padova con il patrocinio del Comune di Padova, le semifinali di oggi alla Kioene Arena proseguiranno con la sfida tra Civitanova e i giapponesi della JT Thunders.

Privi di Travica (tenuto ancora a riposo per un risentimento muscolare al quadricipite femorale della gamba sinistra), la Kioene lascia a riposo anche il libero Bassanello e lo schiacciatore Gozzo per affaticamento. In casa Monza, altre assenze di peso come Botto, Beretta e la coppia di palleggiatori Shoji-Wlash. Alla fine ha prevalso Monza in oltre 2 ore di gioco, durante le quali sono emerse ancora alcune “lacune” in termini di costanza di gioco da parte di entrambe le formazioni. Da rilevare l’ottimo 90% in attacco di Polo in casa Padova (12 punti), mentre Nelli e Cirovic si sono regalati a testa 17 punti. Esordio positivo anche per Randazzo, autore di 11 punti (42% in attacco). Per la Gi Group, Dzavoronok si è messo in luce a muro (5 sui 21 punti realizzati), così come Barone autore di una buonissima prova al centro.

LA CRONACA SET PER SET

1° SET. In avvio di set, qualche errore di troppo al servizio tiene le squadre appaiate, fino a quando l’ace di Yoder e l’attacco vincente di Nelli permettono di allungare 9-6. Gli ospiti provano ad accorciare con Finger, ma Cirovic è bravo a murare a terra la palla del 19-15 che costringe coach Falasca al time out. Proprio sul finale, l’ace di Langlois sembra riaprire i giochi sul 22-20 ma a chiudere i giochi è Nelli con il diagonale che vale il 25-23.

2° SET. Peslac e Cirovic colpiscono duro al servizio (4-1) ma Monza è brava a non mollare, recuperando e murando a terra due attacchi bianconeri che portano in vantaggio i ragazzi di coach Falasca sul 9-11. Ci  pensa Cirovic a ribaltare tutto 13-12 e applausi del pubblico di casa per il serbo, autore di tre ace consecutivi. Ne nasce un entusiasmante testa a testa con l’ace di Barone che trova il 22-24. Il servizio out di Nelli porta in pari i set: 23-25.

3° SET. L’ingresso di Hirsch sortisce ottimi effetti in casa Gi Group, dato che sull’8-12 coach Baldovin è costretto ad interrompere il gioco. Nelli rimette in moto i bianconeri ma si fa sentire la stanchezza in casa patavina. Sul finale di set l’ingresso di Randazzo permette alla Kioene di riaprire i giochi (23-23) ed è il doppio colpo vincente di Nelli chiude 25-23.

4° SET. Serie di cambi in entrambe le squadre, con Randazzo tra i più positivi nelle file della Kioene. Dal 14-18 i bianconeri rimontano 20-18, con l’ace di Polo che fa saltare in piedi gli spettatori. E’ ancora con Barone al servizio però che la Gi Group colpisce, con lo stesso centrale che chiude 21-25.

5° SET. Grandissimo equilibrio anche al tie break. In casa Kioene, Premovic rimane in campo al posto di Nelli mentre per Monza la staffetta Finger-Hirsch consente di mettere i patavini in difficoltà. Il match ball per i lombardi arriva sul 13-14.

Luigi Randazzo (Kioene Padova): “Peccato per il risultato finale, ma oggi il coach ha provato molti sistemi di gioco differente, dando spazio a quasi tutta la squadra per poter prendere confidenza col ritmo di gara. Io sono arrivato ieri a Padova e quindi devo ancora conoscere al meglio l’ambiente. A prescindere dal risultato del match di oggi, il lavoro da fare sarà molto per trovare la giusta amalgama di squadra. Sono davvero contento d’iniziare questa nuova avventura”.

Miguel Angel Falasca (coach Gi Group Monza): “Siamo partiti un po’ scarichi, secondo me con l’atteggiamento sbagliato. Poi però abbiamo trovato fiducia e grinta, girando la partita a nostro favore. Diversi ragazzi sono appena rientrati dagli impegni con la Nazionale per cui c’è ancora lavoro da fare, d’altronde come tutte le squadre in questa fase”.

Kioene Padova – Gi Group Monza 2-3 (25-23, 23-25, 25-23, 21-25, 15-17)

Kioene Padova: Polo 12, Nelli 17, Peslac 3, Cirovic 17, Volpato 2, Yoder 7, Balaso (L); Premovic 3, Sperandio 5, Randazzo 11. Non entrati: Scanferla, Veronese, Marzolla. Coach: Valerio Baldovin.
Gi Group Monza: Blasi, Dzavoronok 21, Finger 15, Langlois 15, Barone 13, Mazza 2, Rizzo (L); Hirsch 7, Arasomwan 2, Brunetti, Terpin. Non entrati: Karakula, Mariotti. Coach: Miguel Angel Falasca.
Durata: 24’, 25’, 27’, 27’, 20’. Tot. 2h 03’
Arbitri: Del Vecchio – Masolin.
NOTE. Servizio: Padova errori 25, ace 12; Monza errori 25, ace 7. Muro: Padova 13, Monza 12. Ricezione: Padova 49%, Monza 36%. Attacco: Padova 49%, Monza 51%.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_INN_SUZUKI