Campionati Europei Femminili, la seconda giornata

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC
Cev.lu

Di Redazione 

Va in archivio la prima giornata del campionato europeo femminile di pallavolo con molte conferme e qualche sorpresa.

POOL A – La Polonia (nella foto) batte piuttosto nettamente l’Ungheria 3-1 (25-22, 19-25, 25-17, 25-18), allenata dal nostro Salomoni, che ora è costretta a un miracolo, domenica, contro la Germania, per sperare di essere ripescata almeno come terza, puntando soprattutto su un ulteriore passo falso delle tedesche – già sconfitte all’esordio, contro le padrone di casa dell’Azerbaijan nell’ultimo turno di campionato. Devastante nella Polonia la Smarzek, top scorer assoluta con 23 punti.

Risultati

Ungheria-Azerbaijan 0-3 (23-25, 14-25, 16-25)

Polonia-Germania 3-2 (23-25, 25-15, 18-25, 25-23, 15-5)

Polonia-Ungheria 3-1 (25-22, 19-25, 25-17, 25-18)

Classifica: Polonia 5, Azerbaijan 3, Germania 1, Ungheria 0.

Prossimo Turno

24 settembre: Azerbaijan-Polonia ore 18.00

24 settembre: Germania-Ungheria ore 20.30

25 settembre: Germania-Azerbaijan ore 18.00

POOL B – La seconda vittoria dell’Italia, un po’ sofferta contro la Bielorussia lancia le Azzurre al comando della classifica. Vista la faticosa vittoria della Croazia all’esordio, battuta  proprio dalla Bielorussia, all’Italia basta un solo set per essere sicura del primo posto. Ma visti i momentanei black-out della squadra che continua a soffrire di una certa discontinuità, è inutile fare conti. Si deve vincere.

La Croazia ha battuto la Georgia 3-1 (25-12, 25-13, 23-25, 25-23): i primi due set facevano pensare a una partita senza storia ma all’improvviso la ricezione croata si è addormentata e la Georgia si è tolta la soddisfazione di vincere il terzo set facendo sudare moltissimo le croate nel quarto. Una squadra fisica quella della Croazia con una Barun Susnjar che ha messo a terra 50 punti in due partite.

Risultati

Italia-Georgia 3-0 (25-14, 25-12, 25-12)

Bielorussia-Croazia 3-2 (10-25, 15-25, 25-21, 25-20, 15-9)

Georgia-Croazia 1-3 (25-12, 25-13, 23-25, 25-23)

Italia-Bielorussia (27-25, 25-18, 18-25, 25-21)

Classifica: Italia 6, Croazia 5, Bielorussia 2, Georgia 0.

Prossimi Turni

24 settembre: Georgia-Bielorussia ore 17.00

24 settembre: Croazia-Italia ore 20.00

POOL C – Giocando con un sestetto molto rigido ed estremamente versatile, Ivan Dimitrov conquista una vittoria capolavoro contro l’Ucraina: una rimonta strepitosa che dall’1-2 ha visto la Bulgaria schiantare la difesa ucraina incapace di difendersi e crollando sotto l’aspetto delle percentuali di ricezione. Un vero e proprio crollo verticale per l’Ucraina anche sotto l’aspetto dei fondamentali. La squadra che ieri aveva fatto vedere i sorci verdi alla Russia si schianta, forse anche fisicamente con due parziali finali abissali (25-23, 21-25, 23-25, 25-11, 15-4).  Anche la Russia conferma, nel bene e nel male, quello che aveva messo in mostra venerdì: momenti di superiorità assoluta e di potenza devastante ma anche inspiegabili imprecisioni in ricezioni discontinuità all’attacco. La Russia di fatto regala un set alla Turchia, il secondo, salvo poi riprendere il controllo del match per non perderlo più chiudendolo sull’1-3 (23-25, 25-20, 23-25, 20-25)

Risultati

Ucraina-Russia 2-3 (18-25, 25-20, 23-25, 25-23, 13-15)

Bulgaria-Ucraina 3-2 (25-23, 21-25, 23-25, 25-11, 15-4)

Turchia-Russia 1-3 (23-25, 25-20, 23-25, 20-25)

Classifica: Russia 2, Bulgaria 3, Ucraina 2, Turchia 0.

Prossimi Turni

24 settembre: Bulgaria-Turchia ore 15.30

25 settembre: Russia-Bulgaria ore 15.30

25 settembre: Turchia-Ucraina ore 20.30

POOL D – Acquista una certa credibilità la candidatura della Serbia che infligge un pesante 3-0 (29-27, 25-13, 25-23) all’Olanda che ieri aveva battuto il Belgio. Serbia ancora più efficace dell’esordio contro la Repubblica Ceca: qualche apprensione nel primo set, il terzo giocato punto a punto vede le giocatrici di Terzic rischiare lo stretto necessario. La Boskovic mette per terra 27 punti, anche per lei con quelli di ieri sono 50. In bella evidenza Mihajlovic e Veljkovic (quattro muri punto) con 14 punti a terra. La Repubblica Ceka conquista un successo importantissimo sul Belgio: è una vittoria che ipoteca il terzo posto (nel prossimo turno il Belgio gioca un turno proibitivo con la Serbia) ma soprattutto offre alle ceke la possibilità di arrivare addirittura al secondo posto contro l’Olanda. Squadra essenziale quella della Repubblica Ceca, con una buona distribuzione di gioco – quattro le giocatrici in doppia cifra – in una partita che si è giocata in modo molto aspro soprattutto a muro. Finisce 3-1 (19-25, 25-23, 28-26, 25-19) con la Repubblica Ceca che vince al quarto set, in rimonta, approfittando anche di un certo calo fisico delle giocatrici belghe.

Risultati

Serbia-Repubblica Ceca 3-0 (25-22, 25-16, 25-23)

Olanda-Belgio (23-25, 25-12, 25-21, 25-15)

Repubblica Ceca-Belgio 3-1 (19-25, 25-23, 28-26, 25-19)

Classifica: Serbia 6, Olanda e Repubblica Ceca 3, Belgio 0.

Prossimo Turno

24 settembre: Belgio-Serbia ore 17.00

24 settembre: Repubblica Ceca Olanda ore 20.00

 

Spalding_Leaderboard