Torneo “Giganci Siatkowki”: la Revivre Milano superata dal Cuprum Lubin

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Ufficio Stampa Powervolley Revivre Milano

Di Redazione

L’esordio al Torneo Giganci Siatkowski di Wielun (POL) è un’autentica battaglia per la Revivre Milano. Contro il Cuprum Lubin la formazione di Andrea Giani da vita ad una sfida equilibrata dal primo all’ultimo punto cedendo solamente 2-3 ai polacchi (30-28, 23-25, 27-25, 23-25, 13-15).

Oggi, domenica 17 settembre, Sbertoli e compagni saranno nuovamente in campo per affrontare il secondo ed ultimo match in programma: alle 20.00 è la volta di affrontare il PGE Skra Belchatow di coach Roberto Piazza.

LA GARA

Il primo set è una bel punto a punto. Le due squadre non riescono a staccarsi ed il finale è mozzafiato. Cebulj è costantemente chiamato in causa a chiudere i palloni pesanti, ma è un tapin vincente di Fabian Plak, dopo il servizio pungente di Galassi, a consegnare la vittoria alla Revivre (30-28).

La partenza del secondo parziale è tutta a favore di Milano che con l’ace di Schott e l’errore ospite vola sul 5-1. Il Cuprum però è squadra ostica e recupera lo svantaggio sul 10-10. Con ancora qualche meccanismo da oliare, la Revivre si fa superare di due lunghezze dai polacchi (12-14) e il gap non varia fino al finale di parziale vinto dal Lubin 23-25.

L’equilibrio continua a regnare in campo. La Revivre riesce ad allungare con un ace di Cebulj (7-5) e un altro bel servizio a seguire di Sbertoli (10-7), ma il Lubin recupera immediatamente portandosi avanti di 2 (12-14). Turno efficace al servizio di Nimir Abdel-Aziz che porta avanti la Revivre (16-14). Il Lubin però sfrutta qualche imprecisione milanese per fuggire (16-18, dentro Tondo per Plak). L’ingresso di Alessandro Tondo è la mossa azzeccata di Giani: sul finale la Revivre prima sfutta i servizi di Nimir (24-23) poi l’opposto della Revivre (tornato in questa occasione in centro) piazza un attacco, un muro ed un ace che chiudono la contesa (27-25).

Il copione non cambia nemmeno nel quarto set. Le due squadre proseguono a braccetto: prima allunga la Revivre con Nimir e Tondo a muro (6-4) poi il Lubin con un efficace fase break (16-19). La squadra di Giani prova due volte ad agganciare i polacchi (18-19 e 23-24), ma il Lubin chiude 23-25 e manda la gara al tie break.

La partenza del quinto e decisivo parziale è tutta per il Lubin che al servizio si avvantaggia di tre lunghesse (1-4). La Revivre recupera fino al 6-6 poi parte nuovamente un punto a punto emozionante. A decidere la gara a favore dei polacchi è un errore di Cebulj in attacco (12-14) e la battuta sbagliata di Preti (13-15).

Domenica 17 settembre 2017
Ore 17.00: Cuprum Lubin – Noliko Maaseik
Ore 20.00: PGE SKRA Belchatow – Revivre Milano

LEAD_BASE_ALD