La “Pagellona” su Italia-Slovacchia di Paolo Cozzi

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Diatec Trentino Volley

Di Paolo Cozzi

Se sabato alcuni nostri lettori mi hanno giustamente fatto notare alcuni giudizi di manica “larga”, oggi al contrario non aspettatevi grandi celebrazioni e voti altissimi. Doveroso dire che il risultato è stato netto e quasi mai in discussione, ma è anche vero che questa Slovacchia non aveva i mezzi tecnici e tattici per impensierirci.
Sicuramente buono l’impatto mentale con la partita, molto più reattivi in difesa e spumeggianti in attacco, ma siamo ancora molto legati all’andamento del nostro servizio, grazie al quale arrivano break importanti. Attenzione, è un rischio che non sempre paga.
Ma vediamo un po’ più nel dettaglio le performance dei nostri beniamini.

Lanza: i panni del trascinatore cominciano a piacergli, top scorer del match, cecchino in battuta e da manuale in attacco dove i suoi mani-out andrebbero fatti vedere a tanti attaccanti solo potenza. Meglio in ricezione, ma gli slovacchi sono davvero poca cosa. Voto 7,5

Giannelli: più lucido e preciso che all’esordio, ammorbidisce leggermente la palla dietro e ottiene ottime risposte da Vettori. In zona 4 ogni tanto la palla muore prima, ma l’atteggiamento è quello giusto. Buona l’alternanza di tutte le bocche da fuoco e l’uso dei centrali nelle palle break. Voto 7

Mazzone
: giornata di “relax” per il nostro centrale, poco servito in attacco e non pungente a muro. Qualche problemino sul muro al centro, ma si fa apprezzare per un paio di difese e una buona battuta float. Voto 6

Vettori: la palla dietro un po’ più morbida gli permette di trovare tutti i suoi angoli, sperimentando discreti colpi sia in diagonale stretta che parallela. Anche la battuta funziona dando finalmente la sensazione di continuità. Bene l’atteggiamento in seconda linea, volonteroso e tenace, da rivedere assolutamente il posizionamento a muro su palla alta: la parallela deve essere chiusa sistematicamente con muro a tre!!!! Voto 7

Piano
: molto bene in attacco, dove sfrutta il muro a lettura dei centrali avversari e nella gestione delle palle slash (palle che tornano a filo rete) spesso autentiche mine vaganti per i centrali!! A muro fatica un po’ sulle palle super, mentre su palla alta continua a farsi aprire le mani in un paio di occasioni. Bene in battuta tattica. Voto 7-

Antonov
: speravo che questa partita potesse aiutarlo a trovare fiducia in ricezione e in attacco, ma anche oggi mostra un po’ di fatica in prima linea e parecchia titubanza in seconda. Sempre pungente aggressivo in battuta, nessuno pretende da lui i colpi di Zaytsev o Juantorena ma in attacco può e deve migliorare le sue performance. voto 5/6

Colaci
e Balaso:  poche ricezioni per il neo libero perugino, ma tanto campo per lui e la solita buona gestione della linea di ricezione. Per Balaso una partita più sciolta e rilassata, ancora un paio di posizionamenti sbagliati ma in crescita anche nella presenza in campo.Voto 6,5

Blengini: quando un allenatore non deve fare cambi vuol dire che le cose sono andate come da preparazione. Comunque da apprezzare come sia riuscito a caricare la squadra ottenendo una partenza davvero sprint. Voto 6,5

LEADERBOARD_GPCAR_2008