World League: l’Italia lotta ma alla fine cede al quarto set con il Brasile

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC
Foto FIVB

Niente da fare per l’Italia che chiude questo primo weekend di World League a Pesaro con una sconfitta. Gli azzurri, dopo un primo set decisamente sottotono, è riuscita a rialzare la testa e a dare del filo dal torcere al Brasile, ma alla fine sono proprio i verde oro a portarsi a casa l’intera posta in palio per 3-1. Rispetto al match contro la Polonia gli azzurri hanno mostrato segnali di crescita, che però non sono bastati per avere la meglio sulla nazionale verdeoro.

Nel primo set i ragazzi di Blengini hanno faticato ad ingranare, mentre nel secondo hanno risposto alla grande. I rimpianti maggiori sono per il terzo parziale, quando gli azzurri dopo un lungo inseguimento erano riusciti a superare gli avversari, prima di bloccarsi sul più bello. Nella quarta frazione il Brasile è stato sempre al comando e nonostante gli sforzi di rientrare dell’Italia ha chiuso la gara.

In avvio di gara il Ct tricolore ha schierato Giannelli in palleggio, opposto Vettori, Lanza e Randazzo schiacciatori, Buti e Piano centrali, libero Colaci.

1° Set: Tutto in salita l’inizio dell’Italia che ha sofferto il ritmo dei brasiliani, non riuscendo a contenere l’opposto Evandro. I ragazzi di Blengini hanno commesso troppi errori, perdendo sempre più terreno dai Campioni Olimpici che hanno chiuso velocemente (15-25).

2°Set: Molto diverso l’atteggiamento degli azzurri al rientro in campo con Antonov che ha preso il posto di Randazzo. Lanza e compagni sono partiti a mille, mentre i sudamericani hanno faticato ad ingranare. Un Vettori molto ispirato, più una serie di muri e difese spettacolari, incredibile quella di Lanza volato tra i tifosi, hanno dato la spinta decisiva all’Italia che ha fatto proprio il parziale (25-17).

3°Set: Nella terza frazione i campioni olimpici sono tornati al comando, ma l’Italia non gli ha lasciati scappare ed è sempre a rimasta sempre a contatto. Grazie gli attacchi di Antonov e a un muro efficace gli azzurri hanno anche superato i brasiliani, ma nel finale due aces di Lucarelli hanno condannato i ragazzi di Blengini (23-25).

4°Set: Simile l’andamento della quarta frazione con il Brasile avanti e gli azzurri costretti a recuperare. Giannelli e compagni ce l’hanno messa tutta per rientrare, ma una volta riportate le cose in parità l’ennesima accelerata del brasile ha chiuso l’incontro (22-25).

GIANLORENZO BLENGINI: Dispiace per la sconfitta e per come è finito il terzo set, bravi loro a trovare un turno di battuta davvero buono. Credo che la squadra meritasse di allungare la partita al quinto set. Contro una formazione di alto livello abbiamo dimostrato voglia di soffrire e di lottare anche quando siamo stati sotto nel punteggio, mettendo qualità sia in battuta e sia in difesa. Bilancio? Queste tre gare hanno detto che la squadra è in crescita e che il gruppo è duttile. Abbiamo ragazzi a cui va data progressivamente la possibilità di scendere in campo”.

OLEG ANTONOV: “E’ stata una bella Italia, che ha tenuto bene il campo. Abbiamo lottato tutti insieme, anche se ci è mancato qualcosa. Il Brasile è una squadra che ti mette sotto pressione con la sua battuta. C’è un po’ di dispiacere perché potevamo strappare quantomeno il tie-break”.

LUCA VETTORI: “Il pubblico è stato molto coinvolgente, è una bella emozione giocare in un contesto così. Dopo il primo set fortunatamente ci siamo ritrovati, nel terzo e quarto parziale abbiamo mostrato una buona pallavolo. Peccato per come è andata. Ogni set e partita sono comunque qualcosa che si aggiunge al percorso di questo gruppo”.

Conclusa la tre giorni di Pesaro l’Italia martedì si trasferirà a Pau (Francia) per il secondo week end della World League dove affronterà Francia, Russia e Stati Uniti.

ITALIA – BRASILE 1-3 (15-25, 25-17, 23-25, 22-25)

ITALIA: Giannelli 4, Lanza 11, Buti 11, Vettori 19, Randazzo 1, Piano 8. Libero: Colaci. Antonov 11, Pesaresi, Balaso, Sabbi 1, Botto 1. N.e: Candellaro e Sbertoli. All. Blengini

BRASILE: Mauricio 10, M. Souza 8, Bruno 1, Lucarelli 15, Eder 7, Evandro 19. Libero: Brendle. Otavio, Renan 3, Radke, Rodriguinho 1. N.e: Douglas, Lucas. All. Dal Zotto

Arbitri: Cespedes (Dom) e Shaaban (Egy).
Spettatori: 7000. Durata Set: 26’, 32’, 35’, 33’.
Italia: 5 a, 18 bs, 11 m, 28 et.
Brasile: 5 a, 9 bs, 7 m, 18 et.

RISULTATI E CLASSIFICA – Italia-Brasile 1-3 (15-25, 25-17, 23-25, 22-25), Polonia-Iran. Classifica: Brasile 2V 7p, Polonia 2V 5p, Italia 1V 3p, Iran 0V 0p.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE