Finale Play Off Scudetto Maschile: Lube che cuore! Espugnato il PalaTrento al tie break

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto LVM

Chi si aspettava una partita ad alti livelli e combattuta è stato accontentato. La Cucine Lube Civitanova espugna il PalaTrento per la prima volta in questa stagione, battendo al tie break i padroni di casa della Diatec Trentino in Gara 2 delle Finali Play Off Scudetto Superlega, dopo quasi tre ore e mezza di grandi emozioni. Un super Juantorena da una parte e uno Stokr in gran serata dall’altra, hanno regalato uno spettacolo incredibile ai tifosi accorsi al palazzetto dello sport per gustarsi il secondo atto di questa serie. Serie che adesso vede avanti 2-0 i marchigiani che hanno la grande opportunità di chiudere la contesa in gara 3, domenica 7 maggio alle ore 16.30, all’Eurosuole Forum di Civitanova già sold out ormai da giorni.

Lorenzetti schiera la formazione tipo con Giannelli al palleggio e Stokr opposto, schicciatori Lanza – Urnaut, al centro Van De Voorde – Solè e libero Colaci. Blengini risponde con Christenson – Sokolov, in banda Juantorena – Kovar, centrali Stankovic – Candellaro e a difendere la seconda linea Grebennikov.

1° Set: Avvio equilibrato con entrambe le squadre a giocare ogni pallone come se non ci fosse un domani, ma è Trento a dare il primo strappo al punteggio sul 10-7 grazie a delle buone difese. La Lube però, da grande squadra quale è, si riporta sotto e capovolge completamente la situazione a metà set sul 17-18 grazie ad un muro perentorio di Juantorena. Lorenzetti interrompe il gioco e al rientro sul taraflex si torna a giocare punto a punto. Sul finale Christenson sembra piazzare il break decisivo (21-23) ma Lanza e compagni non ci stanno e torna la parità (23-23). Un finale non adatto ai deboli di cuore. Si va ai vantaggi con set ball annullati da una parte e dall’altra, ma alla fine sono proprio i cucinieri a chiudere la contesa sul 31-33 con l’attacco di Urnaut che si spegne in rete.

2° Set: Partono bene Stankovic e compagni in questo secondo parziale ma Trento non ci sta a fare brutta figura davanti ai propri tifosi e con due attacchi di capitan Lanza e un ace del giovane azzurro Giannelli i padroni di casa si portano sull’8-7. I ragazzi di Lorenzetti continuano la loro marcia vincente portandosi sul +3 (14-11) grazie ancora al servizio e ad un errore avversario, ma come già successo nel primo set Civitanova non demorde e si riporta sotto impattando sul 17-17 con due veloci di Stankovic e il muro di Kovar. C’è grande equilibrio da qui in poi, le due formazioni non mollano un colpo e rispondono ad armi pari. Il PalaTrento si accende e la Diatec si scalda. L’errore in attacco di Juantorena e  il gran muro di Mazzone su Sokolov portano i gialloblu al primo set point (24-22). Sokolov sbaglia l’attacco (25-22) e Trento pareggia i conti, 1-1.

3° Set: L’equilibrio regna sovrano anche in questo inizio di terzo game, ma sul 9-9 si spegne la luce in casa trentina che non passa più e fa fatica a mettere la palla a terra. Civitanova ne approfitta per allungare sul 9-14 grazie ad un turno al servizio insidiosissimo di Juantorena che fa vedere i sorci verdi alla ricezione di casa e Kovar che mette a terra tre punti pesantissimi. Coach Lorenzetti richiama i suoi in panchina per far ritrovare la calma e lucidità giusta per riprendere in mano le redini. Al rientro sul taraflex la Lube continua a macinare il proprio gioco, mantenendo il divario tra se e l’avversario (16-20) e tenendo stretto in pugno il set, ma nella metà campo trentina si riaccende la luce e in men che non si dica Stokr porta i suoi sul 23-23. Van De Voorde trova l’ace su Kovar (24-23) regalando a Trento il primo set point, annullato prontamente dalla veloce di Candellaro. Sokolov mette a terra il punto che vale il 24-25 e Stankovic completa l’opera con un gran muro su Lanza. Si chiude sul 24-26.

4° Set: A trazione trentina questo avvio di quarto set con Lanza e compagni che partono subito forte portandosi sull’8-6 con il muro a fare da padrone (due di Giannelli). Stankovic non ci sta e riporta la parità con un attacco e un muro (8-8) e manda al servizio il palleggiatore americano Christenson. Qui iniziano i problemi in ricezione nella metà campo gialloblu subendo un break di 3 punti (8-11). La Diatec si riporta sotto con Stokr che pareggia nuovamente i conti con un ace di potenza (11-11), ma il “rientro” è solo un fuoco di paglia, perché la Lube risale in cattedra, facendo del muro l’arma in più (12-16). Lanza si carica la propria squadra sulle spalle da buon capitano e con due attacchi da posto 4 e una pipe riaccendono le speranze di Trento di riaprire il match (17-18). Adesso tra marchigiani e trentini è battaglia vera sottolineando che si tratta di una Finale Scudetto. Le due compagini rispondono colpo su colpo ad ogni attacco andando ai vantaggi. Lanza annulla il primo match ball con un grande attacco (24-25) fino a guidare la propria squadra ad un incredibile rimonta che vale il 2-2 nel computo dei set con la palla del 30-28 messa a terra da Antonov.

5° Set: 2-2 e palla al centro. Gara 2 di Finale Play Off Scudetto passa dal tie break che inizia con una Cucine Lube con la marcia ingranata, che riesce a portarsi subito sull’1-5. Lorenzetti, visibilmente arrabbiato, interrompe il gioco, richiama i suoi in panchina e da quella scossa necessaria per far ritrovare la retta via ai propri ragazzi che rientrano in partita con Solè e il solito Lanza (4-5). Al cambio campo però c’è ancora la Lube avanti di 4 lunghezze grazie all’ace di Sokolov e l’attacco out di Lanza (4-8). Troppi errori nella metà campo trentina che sembra aver alzato bandiera bianca, complice anche un turno al servizio di Sokolov che fa la differenza (4-12). Kovar trova un altro ace (5-14) e regala così il primo match point ai cucinieri che al terzo tentativo chiudono la partita sul 7-15 con una veloce di Candellaro.

La Cucine Lube Civitanova si porta dunque avanti nella serie 2-0 e domenica 7 maggio (ore 16.30 con diretta su RAI 3), avrà a disposizione il primo match point per la conquista dello scudetto davanti al proprio pubblico.

DIATEC TRENTINO – CUCINE LUBE CIVITANOVA  2-3 (31-33, 25-22, 24-26, 30-28, 7-15)

Diatec Trentino: Giannelli 8, Lanza 14, Solé 8, Stokr 27, Urnaut 9, Van De Voorde 4, Chiappa (L), Nelli 0, Antonov 5, Colaci (L), Mazzone T. 0, Mazzone D. 7. N.E. Burgsthaler, Blasi. All. Lorenzetti.

Cucine Lube Civitanova: Christenson 4, Juantorena 25, Stankovic 15, Sokolov 20, Kovar 14, Candellaro 6, Grebennikov (L), Pesaresi (L), Cebulj 0, Cester 0. N.E. Corvetta, Casadei, Kaliberda. All. Blengini.

ARBITRI: Saltalippi, Santi. NOTE – durata set: 37′, 32′, 32′, 38′, 15′; tot: 154′.

 

LEADERBOARD_GPCAR_2008