PlayOff Serie A2 F: My Cicero Pesaro è Finale!

PSG_2019_PREE_LEAD
Ma quanto sei bella... Pesaro!
Ufficio Stampa mycicero

 

E ora è ad un passo dalla massima serie di pallavolo femminile!

Pesaro, infatti, espugna il “Sanbapolis” e si regala le partite decisive che valgono una stagione.

Anche a Trento, Mastrodicasa e compagne vincono e convincono: partono a razzo, sanno soffrire il ritorno della Delta e chiudono in volata.  Al Sanbàpolis quindi, nulla da fare per le gialloblù, che escono a testa alta dopo una stagione tuttavia positiva nonostante i numerosi problemi fisici che hanno spesso e volentieri obbligato Iosi a mutare l’assetto della sua squadra.

Iosi recupera in extremis l’alzatrice Elisa Moncada, schierandola dunque in cabina di regia. Resto del sestetto tradizionale con Aricò opposto, Kijakova e Coppi laterali, Fondriest e Rebora al centro e Zardo libero. Matteo Bertini risponde con il sestetto annunciato alla vigilia, ovvero Di Iulio al palleggio, Kiosi opposto, Degradi e Santini in posto-4, Olivotto e Mastrodicasa al centro e Ghilardi libero.
1°set: parte bene la squadra ospite che sul turno di servizio di Olivotto si porta velocemente sul 2-6. Iosi prova a mischiare le carte e manda in campo Montesi al posto di Coppi. Trento reagisce e risponde con un muro e un attacco di Rebora che portano sul 5-8. Mastrodicasa guida le sue compagne che vanno in doppia cifra con Santini, autrice dell’ace del 5-10. Moncada mette in difficoltà la ricezione ospite, ma è un attacco di Santini a firmare il 14-17, costringendo Iosi al time-out. Al rientro in campo la musica non cambia. Pesaro allunga senza problemi e conquista il suo ventesimo punto con un +8 sulle trentine che mette in cassaforte il primo parziale. Sul 15-22 Iosi sostituisce Moncada con Bortoli. La mossa funziona e la Delta accorcia sul 17-22. Pesaro però è determinata a non prolungare ulteriormente la frazione e prima un attacco di Degradi, poi un ace di Mastrodicasa portano al 17-25.

2°set: l’avvio è equilibrato. Dopo una serie di botta e risposta Kijakova firma l’allungo gialloblù sul 7-4 . Sull’ennesimo attacco di Aricò, l’unica trentina a tenere in allarme la difesa rossoblù, Bertini si gioca anche il secondo time out (sul 16-19 per le padrone di casa; il primo, il coach pesarese lo aveva speso sul 4-7). Pesaro rientra in campo rinfrancata e con un parziale di 9-2 ribalta frazione e partita (dal 16-19 al 25-21) grazie ancora al duo Olivotto-Santini. Un errore di Fondriest e un tocco vincente ancora di Olivotto chiudono il parziale sul 21-25.

3°set La Delta pare subire il colpo: l’avvio di terza frazione è un monologo rossoblù. Olivotto continua a murare che è un piacere, Kiosi si aggiunge alla festa e con 2 punti consecutivi regala subito il +6 alla myCicero (8-2). Ma le padrone di casa non ci stanno, tentano di rimanere in partita e piano piano risalgono la china fino a impattare sul 20 pari: la myCicero, però, ritrova le energie giuste affidandosi ancora a Santini (chiuderà il set con 6 punti), Kiosi e Mastrodicasa (è suo il muro decisivo su fast di Fondriest) vincono l’arrivo in volata e si regalano la finale con Legnano.

E ora domenica 7 maggio sfideranno la SAB Grima Legnano, matricola terribile, che ha avuto la meglio, con lo stesso punteggio, del Volley Soverato

Delta Informatica Trentino – myCicero Pesaro 0-3 (17-25; 21-25; 22-25)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Kijakova 4, Fondriest 5, Moncada, Coppi 6, Rebora 7, Aricò 12; Zardo (L), Michieletto, Montesi, Antonucci, Bortoli. N.e.: Bogatec. All.: Iosi.

MYCICERO PESARO: Di Iulio 2, Degradi 6, Olivotto 13, Kiosi 11, Santini 14, Mastrodicasa 10; Ghilardi (L), Bussoli, Pamio. N.e.: Gamba (L), Rimoldi, Tonello . All.: Bertini.

ARBITRI: Nicolazzo e Traversa.

Delta Informatica: battute sbagliate 9; battute vincenti; ricezione 56% (prf. 27%); attacco 27%; errori 19; muri 6.

myCicero: battute sbagliate 11; battute vincenti 7; ricezione 56% (prf. 23%); attacco 37%; errori 26; muri 11.

Spalding_Leaderboard