F4 Champions League: Perugia che spettacolo! La Sir vola in finale.

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC
Foto CEV

Ci si aspettava una partita intensa ed emozionante come ci si attende da una semifinale di Champions League Maschile e così è stato. Cucine Lube Civitanova e Sir Sicoma Colussi Perugia hanno dato spettacolo al PalaLottomatica di Roma con i tifosi sempre pronti a sostenere i propri beniamini. Alla fine, dopo più di due ore e mezza di partita, sono stati i “padroni di casa”, nonché organizzatore dell’evento di Perugia ad avere ragione su Civitanova al tie break. Umbri che si sono meritati la vittoria grazie ad una prestazione di spessore che ha fatto del gruppo la vera forza per vincere questo match. Marchigiani che forse devono recriminare un po’ sulla prestazione sottotono in alcuni frangenti e incapaci di tenere testa agli avversari. Un applauso comunque ad entrambe le compagini che hanno regalato a tutti gli appassionati una pallavolo di alto livello. Zaytsev e compagni che dunque domani scenderanno in campo contro la detentrice della Coppa, Zenit Kazan alle ore 19.00, sempre in diretta su Fox Sports (canale 204 di Sky).

1° Set: Avvio equilibrato come ci si aspetta in una semifinale di Champions League. Le due squadre procedono a braccetto con la Lube che si porta avanti di una lunghezza (7-8) alla prima sospensione tecnica grazie ad un errore al servizio di Berger. Al rientro in campo però salgono in cattedra i fuoriclasse Atanasijevic e Zaytsev che danno lo strappo nella parte centrale del set fino al +3 (16-13). Civitanova in difficoltà che cerca di rimanere attaccata al punteggio con Sokolov e Juantorena ma Perugia allunga ulteriormente e conquista il primo set ball con l’errore di Candellaro (24-17) che prontamente si fa perdonare mettendo a terra il 24-18. Chiude poi Atanasijevic sul 25-19.

2° Set: Anche in questo parziale inizialmente regna l’equilibrio, le due formazioni si inseguono e si sorpassano (6-8 e 12-12) fino a quando Civitanova cambia passo e si porta sul 13-16 al secondo time out tecnico con l’attacco del suo uomo più costante, Jiri Kovar. Al rientro sul mondoflex sono ancora gli uomini di Blengini a fare il bello e il cattivo tempo con giocate spettacolari ed errori grossolani, facendo risalire la Sir Sicoma che ne approfitta sino ad impattare la situazione sul 20-20 con un Atanasijevic scatenato. Si va avanti punto su punto in questo finale incandescente fino a quando Kovar decide che è arrivato il momento di chiudere il parziale e così con due attacchi consecutivi (22-24) e il muro finale di Candellaro chiudono sul 22-25 e mandano tutti al cambio campo.

3° Set: Tutto un altro volto in questo terzo game Perugia che non sembra aver accusato il colpo del set precedentemente perso. Zaytsev e compagni infatti si portano subito sul 5-1 con due ace di tutto braccio proprio dello zar, che poi però tira in rete (5-2). La squadra di mister secolo Bernardi continua a giocare a briglie sciolte allungando ulteriormente e portandosi addirittura sul 16-10 alla seconda sospensione tecnica. La Lube ha una timida reazione sul finale, ma come successo nel primo set, la squadra di “casa” chiude sul 25-19 con l’errore di Kovar dai 9metri.

4° Set: Dopo un parziale in affanno, la Cucine Lube torna a far vedere di cosa è capace e inizia a macinare un punto dietro l’altro con delle grandi giocate di Christenson e delle difese super di Grebennikov portandosi prima sul 3-6 al primo time out e poi sul 12-16. Gli animi iniziano a scaldarsi anche perché Civitanova deve assolutamente vincere il set per riaprire la partita, mentre dall’altra parte della rete per Perugia la possibilità di centrare la vittoria e volare in finale. Birarelli e De Cecco riportano il punteggio sul 15-16 con Blengini costretto ad interrompere subito il gioco, un time out che fa bene ai marchigiani che si riportano avanti di tre punti (16-19) con un muro perentorio di capitan Stankovic. Sul 17-19 accade di tutto. L’attacco di Sokolov chiamato out in realtà è toccato a muro da Zaytsev (tocco visibile anche dal challenge) ma la coppia arbitrale confermano la chiamata, palla out e punto Perugia (18-19). Una decisione che tira fuori tutta la rabbia di Juantorena e compagni che in men che non si dica si portano sul 18-24 con un gran turno al servizio del palleggiatore americano Christenson. La Sir recupera qualche punto ma Juantorena mette tutti a tacere mettendo a terra la palla del 21-25. Ci si gioca tutto al tie break.

5° Set: 2-2 palla al centro. Una partita nervosa, ci si gioca l’accesso alla più importante competizione europea, che sfocia in continue proteste da entrambe le parti. Le due squadre si equivalgono in campo e si va avanti punto a punto nella parte iniziale. A dare lo strappo è Perugia con Berger che piazza un pallonetto lungo sui nove metri e sigla il 6-4 con Blengini che corre ai ripari e richiama i suoi in panchina. Al rientro in campo la situazione non cambia, la veloce di Birarelli e il muro a uno di De Cecco su Juantorena regalano l’8-5 alla Sir Sicoma che si porta al cambio campo sul +3. Un vantaggio importante per la squadra del presidente Sirci che incrementa il vantaggio sul finale con due muri importantissimi di Zaytsev e Podrascanin (11-6). La strada ora è tutta in salita per la Lube che però non riesce più a passare nella metà campo umbra che trova in Podrascanin un muro invalicabile (12-7). Errore al servizio di Zaytsev sul 14-9 ma ci pensa il forte opposto serbo Atanasijevic a chiudere sul 15-9 e 3-2 la partita che vale la finale.

Una vittoria meritata per Perugia che non ha mai mollato e giocato di squadra, che tornerà in campo domani alle ore 19.00 per la Finale della 2017 DHL Cev Volleyball Champions League, contro lo Zenit Kazan, a sua volta vittoriosa su Berlino.

La Cucine Lube Civitanova, invece, dovrà accontentarsi della finalina 3°/4° posto contro il Berlin Recycling Volley, che prenderà il via, domani alle ore 16.00.

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 2-2 (25-19, 22-25, 25-19, 21-25, 15-9)

Sir Sicoma Colussi PERUGIA: Atanasijevic 20, Berger 7, De cecco 6, Zaytsev 15, Podrascanin 17, Birarelli 8, Bari (L), Tosi (L), Mitic 0, Chernokozhev 0, Buti 0. N.E. Della lunga, Paris, Franceschini. All. Bernardi.

Cucine Lube CIVITANOVA: Christenson 3, Juantorena portuondo 11, Stankovic 7, Sokolov 20, Kovar 15, Candellaro 7, Grebennikov (L), Di silvestre (L), Cebulj 0, Kaliberda 0, Pesaresi 0, Cester 0. N.E. Casadei, Corvetta. All. Blengini.

ARBITRI: Akinci, Simonovic. NOTE – durata set: 31′, 37′, 28′, 35′, 21′; tot: 152′.

LEADERBOARD_CPCAR_GENERIC