Play Out Serie A2 Maschile: Cantù vince contro Brescia e porta i cugini alla “bella”

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Ufficio Stampa Cantù

Al «PalaParini» regna ancora la legge di Cantù. La stagione, adesso, si deciderà in gara-5 domenica al San Filippo alle 18: chi vince resta in serie A2, chi perde, qualunque delle due contendenti, scenderà in serie B dopo aver lottato strenuamente e mostrato un livello di pallavolo ben più che degno della categoria.

 

1°set: primo strappo firmato da Jordan Richards: lo schiacciatore australiano legittima le presenze nella nazionale australiana con 2 muri che strozzano l’urlo di Bisi, e che valgono il 9-6; l’altro bombardiere di Cantù, Caio Alexandre de Oliveira, punisce gli attacchi a salve di un Bisi sottotono mandando la Centrale a -7 (18-11). Brescia torna sotto (19-16) grazie agli errori gratuiti di Cantù, Esposito tiene viva la contesa, ma nel finale fa tutto Riva: attacco vincente, muro su Bisi e rigiocate che vale l’1-0 dei padroni di casa (25-20).

2°set:  due ace consecutivi di Tartaglione lanciano i suoi 1-4, ma gli schiacciatori canturini riportano sotto i padroni di casa (3-4). La Centrale del Latte McDonald’s si riporta avanti grazie a una pipe di Cisolla (6-10). Un muro di Tartaglione che finisce sui piedi di Caio manda gli ospiti avanti di 5, e Coach Della Rosa ferma il gioco (7-12). Al rientro in campo Esposito e Cisolla lanciano i bresciani sul +6 (9-15), ma il Pool Libertas con due muri di Riva e Alborghetti ritorna sotto (12-15). Coach Zambonardi ferma tutto. Cantù non molla, ma Brescia riesce a mantenere il vantaggio conquistato. Si rientra in campo con le due squadre che lottano punto su punto, ma ii canturini non riescono a recuperare lo svantaggio. Nel finale Cantù riesce a rosicchiare qualche punto, ma non basta. Chiude un attacco di Cisolla (21-25).

3°set: l’1-6 costruito da Brescia nel terzo set è quanto di meglio un tifoso possa osservare: Tartaglione e Bisi (2 punti a testa), e la spettacolare diagonale stretta di Cisolla dovrebbero stendere Cantù, che, però, è veramente dura a morire. Mazza entra su Alborghetti e lavora egregiamente sotto rete, la Centrale crolla psicologicamente in generale, tecnicamente in ricezione e regala il pareggio con 2 attacchi in rete di Tartaglione (16-16). Richards si carica e firma 3 ace, mentre Monguzzi, il più continuo dei suoi, sigla i punti finali. Al rientro in campo va in battuta Jordan Richards, e non lascia più il turno fino alla fine del set. La sua battuta jump flot mette in crisi la ricezione di Brescia, lo schiacciatore australiano mette a segno 3 ace, e Monguzzi chiude il set con una veloce (25-17).

4°set:  due errori in attacco di Brescia mandano avanti il Pool Libertas (4-2), e Coach Zambonardi ferma subito il gioco. Al rientro in campo Monguzzi continua con la sua striscia vincente in battuta, e Coach Zambonardi chiama immediatamente il suo secondo time-out discrezionale (6-2). Brescia è brava a non mollare e a ribattere colpo su colpo ai punti dei canturini, ma i padroni di casa sono concentrati e riescono a difendere il vantaggio conquistato. Un’accompagnata di Gerosa, e i bresciani si fanno sotto (10-7), ma un ace di Riva li ricaccia indietro (15-11). Tartaglione riporta sotto i suoi (18-16), ma due muri consecutivi di Alborghetti sullo schiacciatore Casertano di Brescia rilanciano Cantù (22-16). Monguzzi continua a martellare dai nove metri, e lascia il turno in battuta solo dopo aver consegnato il match point al Pool Libertas (24-16). La Centrale del Latte McDonald’s non si rassegna e riesce a recuperare qualche punto, costringendo Coach Della Rosa a chiamare time-out (24-20). Un attacco di Caio chiude set e partita (25-20).

Queste le parole di Coach Della Rosa a fine match: “È stato decisivo il terzo set, che siamo riusciti a rimediare partendo da meno cinque. Siamo stati bravi. È stato decisivo il servizio flot, che a un certo punto ha spaccato in due il set. Abbiamo avuto pazienza. Il nostro problema è che quando siamo sotto di due-tre punti ci lasciamo prendere dalla frenesia e dall’ansia, e quindi iniziamo a chiudere i colpi in attacco, a forzare il servizio sbagliandolo. Abbiamo avuto pazienza, un punto alla volta ci siamo tirati su e quello è stato decisivo. 

Pool Libertas Cantù-Centrale del Latte McDonald’s Brescia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-20)

 
Pool Libertas Cantù – Centrale del Latte McDonald’s Brescia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-20) – Pool Libertas Cantù: Gerosa 2, Riva 16, Alborghetti 6, Alexandre De Oliveira 16, Richards 13, Monguzzi 8, Boffi (L), Butti (L), Groppi 0, Mazza 2. N.E. Cordano, Olivati, Laneri, Cominetti. All. Della rosa. Centrale del Latte McDonald’s Brescia: Torre 1, Tartaglione 14, Esposito 9, Bisi 12, Cisolla 13, Agnellini 4, Lazzari (L), Fusco (L), Sorlini 0, Crosatti 0, Statuto 0, Zanardini 1. N.E. Cruz, Bergoli. All. Zambonardi. ARBITRI: Piubelli, Pristera’. NOTE – durata set: 24′, 28′, 24′, 24′; tot: 100′.
 
Appuntamento quindi, alla bella , Domenica alle ore 18 in casa di Brescia nella partita che vale la permanenza nella seconda categoria nazionale o la discesa verso la serie B.
LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE