Tempo di verdetti in Serie A2 Maschile: Grottazzolina salva, Castellana retrocessa.

Spalding_Leaderboard
Ufficio Stampa Videx

Un anticipo che valeva la permanenza nella seconda categoria nazionale. È quello andato in scena stasera a Grottazzolina tra la  Videx e la Materdominivolley.it Castellana Grotte. Vincono i padroni di casa per 3-2 (25-22, 27-25, 26-28, 24-26, 15-10) al termine di una lunga battaglia durata oltre due ore: i marchigiani chiudono così a proprio vantaggio la serie spareggio, per i pugliesi la sentenza della retrocessione.

Nel giorno più triste per il Castellana del presidente Michele Miccolis (che torna in serie B dopo quattro stagioni), arriva anche la prestazione più bella e combattiva del collettivo allenato da Vincenzo Fanizza. Le nove ore di viaggio (con incidente e imbottigliamento nel traffico), l’arrivo in ritardo al palazzetto, l’inizio della gara posticipato di un’ora, la rimonta nel terzo e nel quarto set, il tie break giocato senza mollare nulla, l’ultima palla caduta attorno alla mezzanotte: elementi che rendono la sconfitta di Grottazzolina un vero e proprio rimpianto per come è andata l’intera serie.

Finalmente, dopo tanta attesa, la parola passa al campo: coach Fanizza schiera  Buzzelli al palleggio opposto a Bellei, Gargiulo e Sighinolfi al centro, Fiore e Lavia in banda, Primavera libero. In casa Videx coach Ortenzi manda in campo Cecato in regia in diagonale a Poey, Tomassetti e Salgado la consolidata coppia dei centrali, Vecchi e Sideri (con Brandi cambio under di seconda linea) da posto quattro e Gabbanelli libero.

1°set:  Vecchi è il primo ad iscriversi a referto ed il primo doppio vantaggio è nel segno di Salgado, con due muri punto consecutivi. La Materdomini non ci sta e prima pareggia a quota 10, poi si porta avanti di due grazie al servizio ficcante di Buzzelli ed al muro di Bellei. Ci prova Vecchi dal servizio a riportare sotto la Videx (16-19), ma è l’ace di Tomassetti a siglare nuovamente la parità a quota 19; Castellana è pienamente in partita ma in questo frangente deve fare i conti con il “fattore Cuba” di casa Grotta, prima con Salgado poi con Poey (22-20). Il primo set point lo serve Salgado, Bellei la spara out ed è 1-0.

2°set:  è la Materdomini a portarsi avanti però (1-3); l’ace di Bellei e qualche imprecisione di troppo sul campo grottese allargano ulteriormente il gap (3-7).  Ortenzi si gioca  “la carta” Claudio Paris e Castellana Grotte ne approfitta per portarsi sul 15-18; Bellei paga un momento di appannamento con tre errori consecutivi che consentono alla Videx di accorciare, fino ad impattare, ancora a quota 19, ancora con Tomassetti, stavolta in “monster block” su Lavia. Il giovane si vendica immediatamente in mani out, dando il là al 20-23 ospite; il cuore Videx, però, non a caso è proverbiale, 23-23 con Paris prima che Federico Fiori da neo entrato stampi il muro di un incredibile set point. Il 25-24 è da antologia del volley, difese a ripetizione da ambo le parti, alla fine la chiude Poey; Castellana non molla di un millimetro, ma deve arrendersi all’ennesima bomba di Poey per un 27-25 che sarà ricordato a lungo, ne siamo certi; set letteralmente “strappato” dalla Videx ad una Materdomini davvero “tosta”.

3°set: gli uomini di Fanizza premono  sempre sull’acceleratore, soprattutto al servizio (6-8 ace di Buzzelli). E’ ancora una volta il “canteràno” Vecchi a spingere la rimonta dei suoi dal servizio, prima con un ace diretto, poi propiziando il rigore vincente di Tomassetti (12-12), la Videx per prima a quota 20, poi è di nuovo spettacolo da ambo le parti con Gargiulo che sbarra la strada in maniera perentoria su Poey, prima di andare al servizio e siglare l’ace del 20-21. Controsorpasso di Poey sul 22-21, Fiore a muro sigla un rocambolesco 24 pari; il 25-26 lo propizia il giovanissimo neo entrato Longo al servizio, impatta Poey. Paris picchia dal servizio ma Castellana ripassa, e vince 26-28 con un carattere davvero pazzesco: onore agli uomini di Fanizza che dopo aver visto in faccia la sconfitta si riportano clamorosamente e prepotentemente in partita.

4°set: manca l’istinto killer negli occhi dei grottesi, partita punto a punto, ma è una gioia effimera perché la Videx sembra essere assalita dalla più classica “paura di vincere”. Il 16-15 è uno scambio interminabile che dopo cento difese (Gabbanelli sugli scudi) cade sul campo ospite, Castellana Grotte impatta immediatamente a quota 19, ma è ancora la Videx ad arrivare prima a 20;Paris in diagonale “pesca” la riga, gli risponde subito Bellei (attacco ed ace, chiuderà con 29 centri!) per il 23-24, è Fiore a chiudere 24-26 e mandare tutti al tie break

5°set:  Cecato pesca l’ace ed è 4-0, con Fanizza che blocca subito il gioco per far ripartire i suoi. Lavia mette il mani out del 5-2, poi è Jo Salgado a salire in cielo per il 7-3; il cambio di campo lo sigla invece Poey in pallonetto (8-4). Cecato mette a referto il 9-5 di seconda e manda a servizio Salgado, con Fanizza che chiama subito time out; è sempre una magia del palleggiatore grottese a propiziare il 10-6, con un primo tempo laterale per Tomassetti. Lavia e l’ace di Bellei avvicinano nuovamente la Materdomini sul 11-9, poi sono Poey ed il muro di Salgado a fare 13-9; Paris in diagonale strettissima regala l’ennesimo match point alla Videx, la chiude il destino, mandando sul nastro e poi a terra la battuta di Poey.

 

Il tabellino
M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Vecchi 9, Gabbanelli (L1) 72%, Cecato 3, Tomassetti 6, Poey 34, Salgado 11, Sideri 4, Brandi N., Paris 10, Fiori 1. N.e.: Pison, Cester, Girolami, Brandi J. (L2). All1: Ortenzi – All2: Cruciani.
MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Fiore 16, Gargiulo 9, Primavera (L1) 71%, Buzzelli 4, Bellei 29, Sighinolfi 11, Lavia 16, Scopelliti, Casoli, Longo. N.e.: Di Sabato, Catania (L2), Losco. All1: Fanizza – All2: Castiglia
Arbitri: Marotta – Mattei
Parziali: 25-22, 27-25, 26-28, 24-26, 15-10.
Note: Videx bs 11, ace 8, muri 10, ricezione 54% (39% prf.), attacco 43%. Castellana Grotte: bs 20, ace 13, muri 14, ricezione 64% (44% prf.), attacco 39%.

Sandlovers_LEADERBOARD