Superlega Play Off: gara da dentro o fuori per Perugia e Trento

Spalding_Leaderboard
Giocarsi il tutto per tutto. È questo quello che deve fare la Sir Safety Conad Perugia nella sfida odierna contro la Diatec Trentino valevole per Gara 4 di Semifinale Scudetto.  Sotto 2-1, Perugia infatti, non ha altra strada che vincere per portare tutto alla bella.
Dall’altra parte una Trento che si vuole riscattare dall’avventura europea e provare a centrare un’altra finale in questa stagione (eventualmente la terza su cinque competizioni disputate). Una vittoria consentirebbe infatti a Lanza e compagni di chiudere già il conto, sfruttando la prima di due opportunità per accedere all’ultima fase del tabellone.
I casalinghi, che saranno orfani di Aaron Russell, possono ancora ribaltare la serie di Semifinale con i trentini, mentre a fine mese affronteranno Civitanova a Roma per centrare la finalissima di Champions League. Consapevole delle chance perse nei primi due set a Trento in Gara 3, coach Lorenzo Bernardi vuole il massimo nel match casalingo per poi giocarsi il tutto per tutto nell’eventuale “bella”.  Perugia, spinta dalla voglia di iniziare a riempire la bacheca societaria, avrà dalla sua il pubblico. Trento di certo la fame di riscatto dopo il ko rimediato al golden set nella finale di Cev Cup contro i francesi del Tours sono sicuri ingredienti di spettacolo assicurato nel big match.
Per quanto riguarda i precedenti sono 18 le partite già giocate tra le due compagini che vedono Trento avanti nelle vittorie con ben 13 sorrisi, solamente 5 invece, i successi per Perugia. In questa stagione invece si è assistito
ad un successo per parte (3-1 all’andata per Trento e 3-0 al ritorno per Perugia). Tre gli ex in campo, tutti nelle file di Perugia. Sono Emanuele Birarelli a Trento dal 2007 al 2015, Andrea Bari a Trento dal 2005 al 2013 e Dore Della Lunga a Trento dal 2005 al 2009 e dal 2010 al 2012.
Dall’altra parte del tabellone in programma alle 20.30 anche la sfida tra Azimut Modena e Cucine Lube Civitanova. Sia i trentini che i marchigiani hanno il “match ball” in mano nelle rispettive sfide. In caso di pareggio di umbri o emiliani, la data designata per Gara 5 è sabato 22 aprile.
LEAD_UNES_VGoloso-Pasqua2019