A1 Femminile: Delmati in esclusiva analizza i Play Off

Theorem – Leaderboard tutte

Finalmente è tutto pronto per l’inizio dei quarti di finale, con l’obiettivo di scucire lo scudetto dal petto di Conegliano, che dopo la conquista della Coppa Italia e il primo posto in Regular Season, resta la favorita per il titolo. Per i quarti di finale e semifinali la formula rimane al meglio delle 3, mentre la definizione della finale è tenuta in stand by per l’eventuale impegno della compagine veneta nel Mondiale per Club.
La redazione di Volley News ha intervistato Davide Delmati, coach della Saugella Monza che ha ben figurato quest’anno al suo primo anno di A1. L’allenatore del team brianzolo ha analizzato la serie che prenderà il via questa sera.

Venerdì ore 20.30
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara
Coach Fenoglio in casa Novara può fare affidamento su una rosa che vede un mix coordinato di giovani come Cambi, Chirichella e Dijkema, esperte del calibro di Francesca Piccinini e Katarina Barun, e sorprese come Sara Bonifacio. Dopo una partenza non facile, le piemontesi sono riuscite a reagire affrontando un grande girone di ritorno che le ha viste protagoniste. Nonostante un ottimo roster, che vanta la presenza tra le altre di Havlickova, Meijners e Arrighetti, la compagine toscana ha avuto qualche problema in questa stagione,  centrando comunque un discreto sesto posto. Lavorando sull’approccio mentale e la continuità, Arrighetti e compagne potrebbero davvero mettere in difficoltà la Igor Novara.

Venerdì ore 20.30 – Diretta Rai Sport
Unet Yamamay Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore
Le Campionesse d’Europa hanno concluso la regular season al secondo posto in classifica grazie ad un gruppo di assoluto valore, ma negli impegni da dentro/fuori sono state eliminate ai quarti di finale in Coppa Italia e in semifinale della CEV Cup. L’apprensione più grande per Gianni Caprara si chiama Carli Llyod, ancora fortemente in dubbio. La nota positiva invece è rappresentata dal rientro di Samantha Fabris, sempre decisiva insieme a Capitan Valentina Tirozzi. In casa Busto è forte l’entusiasmo per le recenti vittorie in Coppa, nonostante in campionato si sia reso necessario lo scontro con Monza. Mencarelli sfrutterà le ottime percentuali di Valentina Diouf e Brayelin Martinez per provare a fare il colpo già in Gara 1.

Sabato ore 20.30
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Foppapedretti Bergamo
Nonostante Bergamo possa contare sulle mani di Leo Lo Bianco e l’aggressività di Miriam Sylla, le ragazze di Coach Lavarini giungono a questo impegno dopo una annata costernata di alti e bassi, condizionata dall’infortunio della Showronska. L’assenza di un punto di riferimento chiave in un momento decisivo della stagione potrebbe favorire Modena, brava nell’aggiustare una stagione partita molto male. La recente eliminazione contro la Dinamo Mosca potrebbe avere spostato qualche equilibrio, ma il valore della rosa modenese non si discute.

Sabato ore 20.30 – Diretta Rai Sport
Il Bisonte Firenze – Imoco Volley Conegliano
Le Campionesse d’Italia partono certamente favorite provando a non accontentarsi: dopo la vittoria della Regular Season, la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana, rimangono il campionato e la Champions League. Il cammino verso la competizione europea potrebbe rappresentare un ostacolo per le ragazze di coach Mazzanti, visto il numero degli impegni. Le attuali campionesse in carica dovranno inoltre fare a mano del loro punto di forza, il centrale Robin De Kruijf.
A sfidare le aspirazioni delle Venete c’è Firenze, reduce dalla vittoria su Bolzano. Dopo aver concluso la prima parte di stagione al nono posto, le toscane faranno affidamento sull’esperienza di Raffaella Calloni e i numeri di Indre Sorokaite, veri e propri punto di riferimento.

 

Quanto crede che peserà l’assenza di De Kruijf per Conegliano?
Nella seconda parte del campionato è stata fondamentale, anche perché molto utilizzata dalla Skorupa. Tuttavia visto l’organico di Conegliano, nello specifico i centrali, non credo possa penalizzare particolarmente le venete. Vorrei però dire che Firenze, indipendentemente da come andrà, merita un applauso: la società, lo staff e la squadra quest’anno hanno lavorato benissimo ottenendo vittorie contro squadre forti e ben organizzate. Per questo dico che non sarà facilissimo per Conegliano passare il turno.

Modena e Bergamo sono entrambe due squadre che hanno vissuto una stagione altalenante. Crede che il fattore esperienza in questo momento possa fare la differenza?
L’esperienza nelle gare secche è sempre un fattore importante, soprattutto a livello mentale. Entrambe le squadre possono contare su elementi come Lo Bianco, Guiggi, Ferretti, Marcon, ma credo che il problema dell’opposto possa creare numerosi problemi a Bergamo. Una come Skowronska non la rimpiazzi facilmente.

Cosa è mancato a Novara per essere ai livelli di Conegliano in Regular Season?
Io credo che Novara abbia fatto un po’ di fatica nella prima parte del campionato, mentre nel girone di ritorno ha fatto una grande striscia positiva. Sicuramente è una squadra che può arrivare alla finale, ma Scandicci non bisogna dimenticare che ha fatto degli ottimi acquisti che possono portarla a fare bene. Reputo non sia scontata.  Novara arriva preparata,  è stata molta costante nella seconda parte della stagione, e l’aspetto mentale sarà decisivo.

Casalmaggiore nelle partite da dentro e fuori ha sempre faticato. Con il dubbio dell’assenza di Llyod, quanto può essere pericolosa Busto?
Oltre alla possibile assenza del palleggio, che nell’assetto di questa squadra è fondamentale, credo sarà decisiva la condizione di Fabris, non ancora al 100%. Busto ha giocato tanto, ma ha anche notevoli energie mentali positive visto gli ultimi risultati ottenuti.

Fare un pronostico non è mai facile, ma chi vedrebbe ad ora in finale?
Con i Play Off è sempre difficile dire chi possa passare il turno, sono partite dove contano molti fattori. Oltre a Conegliano, se dovessi valutare la seconda parte del campionato e la crescita del gioco ti dico Novara.

Theorem – Leaderboard tutte