Una Regular Season da Record

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Roma – E mentre sul taraflex si sta ancora combattendo per decretare la regina del campionato e chi andrà in Europa, guardando i dati, i 14 Club della SuperLega UnipolSai 2016-17 hanno dato vita ad una delle più appassionanti Regular Season degli ultimi anni. I numeri che le 182 partite giocate lasciano agli annali sono eclatanti soprattutto per i dati di pubblico. La Regular Season ha registrato 473.040 spettatori sugli spalti, con una media per match di 2.600 spettatori.

Tutti i Club sia alla voce pubblico che a quella incasso registrano un segno “più” nelle medie rispetto all’anno precedente: fa eccezione la sola Top Volley Latina, che maggiora del 38% l’incasso ma perde il 5% di spettatori rispetto al 2015/16. Confronto invece impossibile per le due nuove franchigie Biosì Indexa Sora e Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, che lo scorso anno erano in Serie A2.

L’Azimut Modena è la squadra dei record: in 13 partite ha superato abbondantemente il mezzo milione d’incasso (561.285 euro) con la più alta media/partita (4.199 spettatori). Come incassi ha staccato tra le top Perugia (385.193 euro), Cucine Lube Civitanova (380.567 euro), Diatec Trentino (341.309 euro) e Calzedonia Verona (308.795 euro).

La Sir Safety Conad Perugia è la formazione che fa più felici i botteghini in trasferta, chiamando una media di 3.736 spettatori sulle tribune altrui, mentre è la seconda squadra del Campionato in casa con 3.596 di media e un clamoroso +119% al registratore di cassa.

Il bordereau Siae mette dunque in fila per media pubblico Modena (4.199), Perugia (3.596), Trento (3.411), Civitanova (3.290), Verona (3.217), Piacenza (2.829), Padova (2.700), Monza (2.642), Milano (2.217), Ravenna (2.116), Molfetta (2.056), Sora (1.915), Latina (1.250) e Vibo Valentia (943).

E pensare che è appena iniziata la fase calda del campionato…

LEADERBOARD_GPCAR_GENERIC