Sirci ancora sul Mondiale: “Uno squallore. Quel pubblico noi lo facciamo in amichevole”

Foto Trentino Volley

Di Redazione

E’, come sempre, un fiume in piena Gino Sirci. Intervistato dal Corriere dell’Umbria, il Patron della Sir Safety Conad Perugia è tornato sul Mondiale per Club, ipotizzando una possibile formula:

“Credo che se tutto il mondo del volley vuole valorizzare una manifestazione del genere, come si fa nel calcio, vi debbano partecipare le squadre più forti, quelle con i titoli in mano. L’unico modo per dare un significato profondo al Mondiale per club è disputare una finale secca in campo neutro tra la vincitrice della Champions e la squadra detentrice dell’analogo trofeo in Sudamerica. Vedo bene una partita in Giappone o in Cina, tanto per dire alcune nazioni che sono sicuro la ospiterebbero con entusiasmo”. 

Una manifestazione che non lo ha dunque entusiasmato.:
“Uno squallore, tutte quelle gare con così poco pubblico, ma noi quelle presenze le facciamo in gare amichevoli…”.

(Fonte: Corriere dell’Umbria)