Record di ace in Russia per il cubano Oreol Camejo

Di Redazione

Nuovo record di ace per le competizioni russe: lo ha ritoccato il cubano Oreol Camejo che con il suo Zenit San Pietroburgo ha battuto il Nova qualificandosi per la Final Four di Coppa di Russia grazie a otto ace. Una prestazione di grandissima consistenza quella di Camejo non solo dalla linea di servizio ma anche in attacco: il giocatore cubano, tornato in Russia dopo una parentesi in Cina al Pechino, si è visto confermare poche settimane fa che a breve otterrà il passaporto russo e sarà dunque a tutti gli effetti naturalizzato.

Nella Final Four di coppa che sarà ospitata dallo Zenit Kazan – che difenderà un titolo che ha conquistato nelle ultime quattro edizioni consecutive – partecipano oltre ai padroni di casa e al St. Pietroburgo anche le due sorprese Kuzbass e Fakel. Clamorosamente eliminato il Belogorie del tecnico Slobodan Kovac, al centro di alcune polemiche per le sue scelte tecniche, e la Dinamo di Mosca (avversaria di Perugia nel girone di Champions League) e Lokomotiv Novosibirsk.

Il record di ace di Camejo per quanto rilevante resta comunque lontano dal record assoluto di battute vincenti nei campionati professionistici messo a segno il 4 gennaio scorso da Earvin Ngapeth nella partita tra Modena e Sora: 12. Il record di velocità di un servizio, stando invece agli eventi nei quali questo dato è stato elaborato e ufficializzato, è ancora di Ivan Zaytsev con una battuta da 134 km/h.