Prima l’ospedale e poi l’eliminazione per Evgeniya Startseva dopo la bomba di Paola Egonu

Federvolley

Di Redazione

Hanno fatto il giro del mondo diventando rapidamente virali, le immagini della paurosa bordata che Paola Egonu ha sferrato nel match di mercoledì contro la Russia e che ha centrato in pieno volto Evgeniya Startseva: la giocatrice, capitano della nazionale russa, è rimasta stordita per qualche secondo faticando a rimettersi in piedi dopo la conclusione del punto, andato alle azzurre sempre su un attacco della Egonu.

Stando a quando dichiarato dallo staff medico russo la giocatrice è stata costretta al ricovero in ospedale subito dopo il match perché lamentava mal di testa e un forte dolore al collo. Ovviamente il timore era quello di un trauma cranico: tant’è che la Startseva è stata sottoposta a diversi esami diagnostici trattenendosi al pronto soccorso per alcune ore. Quando anche la TAC cranica ha dato esito negativo la giocatrice ha fatto ritorno in ritiro postando un’immagine rassicurante e ringraziando i fan per il supporto.

Oggi Evgeniya Startseva era regolarmente in campo contro la Cina, una partita non particolarmente brillante da parte dell’alzatrice e della squadra intera che ha perso 3-1 dalla Cina ed è stata clamorosamente eliminata dalla fase finale del Mondiale.