Luca Chiappini: “Chi inizia questo mestiere sogna un giorno di poter allenare in A1”

Di Redazione

Ora è ufficiale: Luca Chiappini è il nuovo allenatore della Lardini Filottrano. 45 anni, umbro, arriva dalla lunga e vincente esperienza con la formazione finlandese di Hàmeenlinna che ha condotto alla conquista di due scudetti e di una coppa nazionale.

Sarà all’esordio da primo allenatore nella massima serie nazionale. Con Filottrano ha firmato un biennale, come riporta Il Resto del Carlino. «Perché c’è la volontà comune di costruire un progetto duraturo. Che Lardini sarà? Una squadra in cui le motivazioni siano un importante collante. Tutte le giocatrici che sono arrivate e che arriveranno hanno grandi ragioni per partire a cento all’ora, fattore che unito alle loro abilità tecniche mi fa pensare positivo». Chiappini ha realizzato il sogno. «Chi inizia questo mestiere sogna un giorno di poter allenare in A1. Quando ho maturato l’idea di lasciare la Finlandia è arrivata quasi in concomitanza la chiamata della Lardini. C’è stato subito un feeling positivo dettato dalla qualità umana delle persone con cui mi sono confrontato».

Inizia dalla panchina in B2 e dal ruolo di vice in A1 con l’Asystel Novara come secondo di suo cugino Alessandro Chiappini. Dal febbraio del 2008 ha preso in carico la panchina del Novi Ligure (B1), per poi emigrare in Svizzera al Bellinzona e l’anno successivo nelle giovanili del Giubiasco, società collegata al club ticinese.

Cari Parma, Liu Jo Modena, Breganze e Padova le altre tappe prima di salire in Finlandia dove ha vinto e convinto ottenendo anche la nomina di allenatore dell’anno nel 2017 e per due volte quella di miglior tecnico del settore femminile, diventando capo coach della nazionale under 19 finlandese e portando l’HPK al vertice della Lentopallon Mestaruusliiga. «Anni meravigliosi. Il sacrificio di stare lontano dalla famiglia è in parte mitigato dal poter lavorare in maniera ottimale e dall’eccellente livello di vita».

(Fonte: Il Resto del Carlino)