Dalla gravidanza al campo, mamma Meijners torna ad essere una farfalla

Foto Rubin

Di Redazione

L’intervista di Laura Paganini che si legge sulle pagine de La Prealpina di oggi racconta tutto l’entusiasmo di Floortje Meijners, neo mamma e pronta a tornare a vestire la maglia di Busto Arsizio, con cui giocò per due stagioni sei anni fa.

Aveva 23 anni Floortje quando dall’Olanda sbarcò nel mondo UYBA e dopo le esperienze successive con Piacenza, Galatasaray e Scandicci, tornare a Busto per lei è un’esperienza sublime «Quando Enzo Barbaro mi ha contattata proponendomi di tornare sono stata felicissima e non ho avuto alcun dubbio nell’accettare – spiega la schiacciatrice  – Per me la UYBA è sempre stata una grande famiglia e anche in questi ultimi anni passati da avversaria ho conservato ricordi bellissimi».

Ricordi indimenticabili e ottime compagne di squadra, l’olandese può tornare a vivere un ambiente che l’ha accolta, cresciuta e migliorata sia come giocatrice che come persona: «Quelle a Busto sono state per me due stagioni meravigliose. Non è stato facile arrivare in Italia dal campionato olandese, ma il club mi è stato di supporto e sono cresciuta come giocatrice e come persona. Venire a giocare alla UYBA all’inizio della mia carriera è stata la miglior scelta possibile. Dopo il triplete, nell’estate del 2012 mi sono trasferita a Piacenza perché credevo in quel progetto. Fa parte del lavoro di un’atleta cambiare e spostarsi e con la dirigenza di Busto mi sono lasciata in ottimi rapporti; tanto è vero che ora, con grande piacere, sono di nuovo farfalla».

Nella prossima stagione Meijners sarà assieme a Leonardi e Gennari una della più esperte: «Mi piace questo ruolo e potrò essere di aiuto e di supporto alle più giovani come qualche anno fa altre hanno fatto con me. In particolare, mi incuriosisce vedere all’opera Grobelna e Herbots, due talenti di cui ho sentito parlare bene. Abbiamo in comune la lingua e certamente darò loro una mano ad ambientarsi. Sono convinta che si integreranno bene nel campionato italiano. La squadra c’è, è ben equilibrata e daremo il massimo, io per prima. Non vedo l’ora».

Rispetto a sei anni fa, Floortje non arriva a Busto da sola: è accompagnata dal marito e dal piccolo Felip nato quattro mesi e mezzo fa «Ci trasferiremo tutti a Busto e sono felice di questo. Stare assieme ai miei affetti più cari sarà per me di grande sostegno e mi aiuterà a concentrarmi sulla pallavolo – e sulla sua condizione fisica conclude – Sono stata ferma un’intera stagione e con la gravidanza il mio corpo si è modificato. Essendo però una persona attiva, anche durante l’attesa mi sono mantenuta in movimento fino all’ultimo. In questo momento sto seguendo una tabella concordata con il preparatore atletico e conto di arrivare a fine agosto nella migliore condizione possibile. Il mio percorso con la pallavolo non è terminato con l’arrivo di Felip, anzi; ho tanta voglia di scendere in campo e sono molto motivata».

(Fonte: La Prealpina)