Elisa Cella lascia Conegliano. Il suo saluto: “Porterò tutto dentro al mio cuore”

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Di Redazione

Dopo due stagioni si separano le strade dell’Imoco Conegliano ed Elisa Cella. La schiacciatrice classe ’82, che in veneto ha vinto uno Scudetto, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana, cercherà ora un’altra sistemazione. Nel frattempo ha però voluto salutare tutti i tifosi e le ormai ex compagne di squadra attraverso un post su Instagram:

“Non so da dove iniziare a scrivere questo post.. Forse dall’inizio, da 2 anni fa quando sono arrivata all’Imoco: uno dei top club a livello internazionale. Sono arrivata qui per vincere. E in 2 anni eccome se abbiamo vinto: Supercoppa, Coppa Italia, Argento e Bronzo in Champions League e Scudetto! Questi trofei sono il frutto di tanto lavoro, di tanti sacrifici, di delusioni, di momenti difficili, ma anche di grande serenità, gioia, pazzia.. soprattutto il secondo anno. L’abbiamo detto tutti.. si è creata come una magia che ci ha uniti e ci ha fatto andare dritti verso il nostro obiettivo! E questo rimarrà per sempre in me. Per questo devo dire grazie alle mie compagne, che mi hanno fatto capire che ci si può allenare bene e ottenere risultati anche lavorando con il sorriso e una buona dose di pazzia; allo staff che mi ha sempre messo nelle condizioni di lavorare e crescere; alla società che ci è stata vicina sempre, soprattutto nei momenti di difficoltà; a tutte le persone che lavorano per il club per la gentilezza e la disponibilità, è al mitico Gianfry che è l’anima della nostra tana!
Che dire poi del Palaverde: entrarci ogni giorno era un’emozione, era una boccata di storia. Durante le partite poi vederlo così pieno e partecipe era una marcia in più.. quindi grazie a tutti i tifosi che mi hanno sempre supportato. Siete fantastici!
Qui ho conosciuto anche tante persone al di fuori della palestra che mi hanno fatto vivere a 360 gradi: persone che sono diventate vere amiche e che mi hanno fatto sentire a casa, persone che hanno accudito Joy quando ero in trasferta (e ce ne sono state di trasferte quest’anno) senza che avessi nessuna preoccupazione, tutte le persone che incrociavo nelle mie camminate per la gentilezza e delle belle chiacchierate.
Che dire.. si chiude un capitolo fondamentale della mia vita e della mia carriera e vado via portando tutto questo dentro il mio cuore! 
Nella speranza che le nostre strade s’incontrino di nuovo, vi.mando un abbraccio virtuale! Elisa”