Il Fenera Chieri vince in trasferta e festeggia la promozione in Serie A1

Di Redazione

Il Fenera Chieri è in Serie A1! A 9 anni dalla fondazione del Club, che ricorrerà proprio lunedì 14 maggio, le torinesi di Luca Secchi compiono una straordinaria scalata: dopo aver sconfitto, sempre in tre partite, Delta Informatica Trentino e Ubi Banca S.Bernardo Cuneo, le biancoblù vincono la decisiva Gara-3 di finale dei Play Off della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A2 Femminile contro la Battistelli San Giovanni in Marignano e festeggiano un’incredibile promozione: 1-3 il punteggio finale al PalaFlaminio di Rimini (1350 spettatori) e, al terzo anno di Serie A2, la Società del presidente Filippo Vergnano è nell’Olimpo del volley rosa italiano. Applausi doverosi anche alle contendenti della finale – le riminesi di Stefano Saja – autrici allo stesso modo di una stagione entusiasmante, conclusa con il trionfo in Coppa Italia e la finale dei Play Off.

La cronaca. Primo set.  Sul 3-2 si registra il primo break dell’incontro a favore del Fenera Chieri ’76 che, grazie al servizio di Perinelli e all’azione a rete di Middleborn che realizza quattro punti consecutivi, sale a 4-7 costringendo coach Saja a chiamare il primo time-out. Con Markovic le padrone di casa si riavvicinano da 5-9 a 7-9, ma di nuovo le chieresi allungano, toccando il +6 sul 13-19. L’ace del 18-24 di Manfredini dà a Chieri ben sei palle set: un’invasione e gli attacchi di Zanette e Markovic ne annullano tre, finché il servizio lungo di Saguatti conclude la frazione 21-25. Fra i dati di fine set spiccano i 7 punti di Middleborn col 100% di efficacia, e gli otto errori punto romagnoli, di cui cinque al servizio.

Secondo set. Il Fenera Chieri ’76 riparte bene ma sul 4-6 la Battistelli San Giovanni in Marignano capovolge il punteggio in 13-9. Sul 16-12 Perinelli e Angelina restituiscono a Chieri la parità (18-18). Nel finale, davvero molto intenso, le biancoblù rientrano da 23-21 a 23-23, quindi annullano sul 24-23 la prima palla set con Perinelli, ma negli scambi successivi manca un pizzico di lucidità e le padrone di casa chiudono 26-24 con Caneva. In evidenza Zanette con ben otto punti.

Terzo set. Avvio di set di grande sofferenza per il Fenera Chieri ’76, fotografata da un dato: sul 10-6, metà dei punti biancoblù sono errori romagnoli al servizio. Toccati i sei punti di ritardo sul 14-8, l’inerzia del set cambia sul turno di battuta di Manfredini che riporta la squadra di Secchi a contatto (15-14). Il pareggio arriva a quota 18 con un muro di Akrari su Zanette, nello scambio successivo una pipe di Manfredini porta Chieri avanti per la prima volta. L’alta efficienza del servizio, del muro e di un ritrovato attacco permettono al Fenera di aggiudicarsi il set in scioltezza 21-25 con un muro di Akrari.

Quarto set. Sul servizio di Angelina il Fenera Chieri ’76 parte fortissimo: 0-6. Coach Saja chiama time, poi sostituisce Zanette con Nasari. Il prosieguo è una gara di nervi: le biancoblù li mantengono più saldi, e conservando sempre un buon margine pongono fine alla contesa alla seconda palla match con un mani out di Perinelli.

(Fonte: comunicato stampa)