Latina: la Taiwan Excellence fa visita nelle scuole

Ufficio Stampa Latina

Di Redazione

Quarto intervento nelle scuole per la Taiwan Excellence Latina che ha visitato il Campus dei Licei Ramadù di Cisterna di Latina nell’ambito degli incontri el progetto #Accendiamoilrispetto, che vede la partecipazione dei campioni della squadra di pallavolo del capoluogo pontino che partecipa alla Superlega, la massima serie nazionale di volley.

L’iniziativa è giunta al terzo anno consecutivo con la collaborazione e il supporto di AbbVie e la partecipazione dei manager agli incontri organizzati con gli studenti sui temi del “rispetto” declinato a 360 gradi. I protagonisti della visita sono stati il palleggiatore Daniele Sottile, lo schiacciatore giapponese Yuki Ishikawa e il palleggiatore di Taiwan Pei Huang.

Nella biblioteca della scuola di Cisterna, davanti a circa 300 ragazzi, si è parlato di una tematica di notevole attualità come il bullismo e il cyberbullismo: la Taiwan Excellence Latina, che prima di ogni partita casalinga scuote la rete da gioco per sensibilizzare l’opinione pubblica verso queste problematiche, ha coinvolto i ragazzi e gli insegnanti della scuola di Latina ricevendo anche molte domande.

 “La problematica del bullismo ha preso una piega molto pericolosa perché in questo periodo storico che stiamo vivendo, dove tutto viene amplificato dai nuovi media, la privacy è sempre meno considerata – spiega Sottile, vincitore della medaglia d’argento alle ultime Olimpiadi di Rio – per quanto mi riguarda uso pochissimo i social-network, mi limito a pubblicare qualcosa ogni tanto sul mio profilo Twitter ma non mi piace che venga resa pubblica la mia vita privata, alcune cose meglio tenerle solo per la famiglia e gli amici più stretti. Il consiglio che mi sento di dare, parlando anche da papà, è quello di fare molta attenzione a quello che si fa in rete ma soprattutto a cercare il dialogo con genitori e professori”.

Anche Yuki Ishikawa e Pei Huang, rispettivamente in italiano e poi nella loro lingua madre, hanno invitato gli studenti presenti al rispetto delle regole.

L’avvocato Diego Cianchetti, responsabile legale della Top Volley è intervenuto fornendo alla platea gli elementi di tipo legislativo “Bisogna fare molta attenzione perché ci sono conseguenze per le azioni che vengono svolte, anche da minori: per questo è fondamentale capire qual è il limite tra il gioco e la violenza. La viralità di un messaggio può avere ripercussioni forti e creare problemi non da poco”.

Per la Top Volley erano presenti anche Giuseppe Baratta dell’area marketing e comunicazione della squadra di volley, che ha moderato l’incontro e Paola Libralato, fotografa ufficiale della squadra di Latina. Mauro Nasi, dell’ufficio stampa del Comune di Cisterna ha preso la parola per salutare gli studenti rilanciando il messaggio di rispetto che era stato indicato in precedenza.

 Per AbbVie, l’azienda biofarmaceutica globale con polo produttivo a Campoverde di Aprilia, sono intervenuti Andrea Montecalvo, Public Affairs Manager, che ha parlato della rete e di internet come grandi opportunità per tutti se utilizzati in maniera corretta, ma un utilizzo inappropriato può avere delle conseguenze anche molto gravi.

E’ fondamentale condividere sempre dubbi e perplessità con i propri genitori prima e con i docenti della scuola poi, sempre prima di intraprendere azioni sulla rete delle quali poi pentirsene potrebbe non essere abbastanza. A seguire, Stefano Fiaschetti Infrastructure Manager Business Technology Solutions di AbbVie, ha coinvolto i ragazzi spiegando loro come la rete non dimentichi mai, passando concetti di viralità in rete (nel bene e nel male) e concludendo il suo intervento facendo capire ai ragazzi quanto tutto in rete sia tracciato e rintracciabile sempre.

In AbbVie, lavoriamo ogni giorno per avere un impatto significativo sulla vita delle persone. In quest’ottica e nell’ambito delle nostre attività di responsabilità d’impresa, abbiamo deciso di abbracciare e sostenere il programma di informazione e sensibilizzazione nelle scuole #accendiamoilrispetto” ha concluso Andrea Montecalvo.

 È stata mostrata a una delegazione di studenti l’automobile elettrica a impatto zero di AbbVie, che permette il rispetto dell’ambiente totale. La professoressa Irene Buizza, che ha parlato in rappresentanza della dirigente scolastica Anna Totaro e del resto dei docenti, ha richiamato tutti gli studenti a prestare sempre maggiore attenzione al problema, a non sottovalutare, sollecitando un forte senso di responsabilità.

Finora gli incontri si sono svolti presso l’istituto Einaudi, il liceo Majorana, la scuola media Giuliano di Latina e il Ramadù di Cisterna di Latina: complessivamente sono stati coinvolti circa mille studenti e gli eventi hanno avuto una grande eco anche sul web e sui social con una pioggia di interazioni e condivisioni.

(Fonte: comunicato stampa)